Campilongo: "Dumitru mi sembra Henry. Mazzarri saprà farlo maturare"

"Il ragazzo è molto silenzioso. Ma quando entra in campo è sfrontato, nel modo di giocare e nel carattere"
01.09.2010 15:00 di Francesco Caputo  articolo letto 8991 volte
Fonte: Calciomercato.datasport.it
Campilongo: "Dumitru mi sembra Henry. Mazzarri saprà farlo maturare"

Dumitru al Napoli, Fabbrini e Angella all'Udinese. Questi "giovani terribili" dell'Empoli sono passati nel calcio che conta e hanno una grande occasione per imporsi e far vedere quanto valgono. Abbiamo raggiunto telefonicamente l'allenatore l'ex allenatore dell'Empoli, Salvatore Campilongo, per chiedergli di Niculae Dumitru, il giovane attaccante arrivato ieri in prestito al Napoli per la cifra di 1,5 milioni con l'intesa per l'acquisto della metà del cartellino (ancora 1,5 milioni) degli azzurri.

Campilongo cosa ne pensa di Dumitru, dato che lei ha avuto la possibilità di allenarlo anche in prima squadra?

"Di Dumitru posso parlare solo bene. Il ragazzo è un talento, è molto giovane, ma io volevo già portarlo stabilmente in prima squadra la passata stagione. L'ho fatto esordire con la Salernitana e gli avrei fatto avere sempre più spazio. Si è messo in mostra a Viareggio, poi purtroppo ha riportato una frattura alla mano ed è rimasto fuori per un mese e mezzo. Ma io lo consideravo già pronto per la prima squadra, in futuro potrà far molto bene".

A proposito di futuro, pensa che potrà già ritagliarsi uno spazio importante a Napoli?

"Napoli è una grande piazza e lui può esprimersi bene anche lì. Certo, poi non dimentichiamo che stiamo comunque parlando di un ragazzo del 91 che ha solo 19 anni, che deve ancora crescere. Mazzarri saprà farlo maturare e deciderà lui se dargli le opportunità necessarie, ma le capacità per imporsi le ha".

Calcisticamente chi le ricorda?

"Il ragazzo è molto silenzioso. Ma quando entra in campo è sfrontato, nel modo di giocare e nel carattere. A me personalmente ricorda molto Thierry Henry, per i movimenti, per il fisico e anche per l'aspetto".

In chiusura sugli altri due giovani dell'Empoli, Angella e Fabbrini, passati in Serie A cosa ci può dire?

"Angella è un ragazzo dell'89, l'anno scorso ha disputato 36 partite in prima squadra ed è gia pronto per il grande salto nell'Udinese. Fabbrini io lo considero il migliore ragazzo in assoluto del '90, dopo Balotelli. Lui è un talento puro, è molto giovane ma ne ho visti pochi saltare l'uomo nell'uno contro uno come lui. Di ragazzi con la sua tecnica, così giovani, oggi in Italia è difficile trovarne".