Cds, Giordano: “Spalletti? Per lui parla la storia. Europa League può far crescere la squadra”

"Non è vero che nel Napoli non ci sono stati calciatori che abbiano vinto qualcosa. Però è vero che manca l’ultimo step".
15.06.2021 21:40 di Francesco Carbone   vedi letture
Cds, Giordano: “Spalletti? Per lui parla la storia. Europa League può far crescere la squadra”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Giordano, giornalista del Corriere dello Sport. “Chi mi ha convinto di più agli Europei per ora? L’Italia, per bellezza, capacità di singoli e di gruppo, per disinvoltura. Il Belgio ha una forza mostruosa e un giocatore che fa la differenza in maniera netta come Lukaku e tanti altri di grandissima qualità, peraltro manca il migliore che è De Bruyne. Sono curioso di vedere la Francia, Mbappé emoziona.

De Laurentiis su Insigne? Io mi auguro che continui a incidere sempre più, la Nazionale è un fattore emozionale. Spalletti come si porrà nei confronti dell’Europa League? Penso che abbia voglia di giocarsela come fece Benitez d’altro canto. Non ho mai avuto modo di lavorare in situazioni che mi mettessero in condizione di conoscere Spalletti ma per lui parla la storia e la sua attitudine. Poi certe cose gli riescono bene e altre male. Ma a un allenatore di questa statura l’idea di partecipare tanto per interessa fino a un certo punto. Anche l’Europa League può servire per la crescita della squadra, poi dipende dalle prospettive. Può essere una bella vetrina e potrebbe diventare una gran bella soddisfazione.

Non è vero che nel Napoli non ci sono stati calciatori che abbiano vinto qualcosa. Però è vero che manca l’ultimo step. L’ultima palla non la puoi sbagliare ma anche prima non dovevi, ormai però è andata. E mi conforta sapere che c’è chi non crede ai complotti. Come si comporterà la società dopo Napoli-Verona? Non c’è nulla di cui scusarsi, se pareggi una partita la colpa di chi, della società? Ci sarebbe da scusarsi se ci fossero testimonianze di un dolo, altrimenti sarebbe una vita abbastanza fantasiosa se non surreale.

L’Italia può vincere l’Europeo? Difficile dire quante chance abbia. Capiremo qualcosa dopo Francia-Germania, poi anche il Belgio c’è. Mi ha un po’ deluso la Spagna, il Portogallo è una buona squadra”.