Ministero della Salute: "Nel calcio avrei scelto sin dall'inizio la bolla sterile"

Nel corso di Kiss Kiss Napoli è intervenuta la sottosegretaria di Stato alla Salute, l'Onorevole Sandra Zampa.
30.09.2020 22:10 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Ministero della Salute: "Nel calcio avrei scelto sin dall'inizio la bolla sterile"

Nel corso di Kiss Kiss Napoli è intervenuta la sottosegretaria di Stato alla Salute, l'Onorevole Sandra Zampa: "Il protocollo dice che i giocatori positivi non possono continuare a giocare. Questo vale evidentemente per il Genoa. Se quella società calcistica decidesse di far giocare i sostituti o la Primavera, questo si può fare. Questo vale per la scuola anche. Se ci sono alunni positivi, non si chiude tutta la scuola. Presumibilmente tutti quelli che sono stati in contatti tra di loro devono fare la quarantena. Questo vale per il Genoa. Se però ci sono dei sostituti che non sono stati in contatto con dei positivi, quelli possono giocare. Loro possono eventualmente saltare le partite ora e recuperarle. Sono decisioni che spettano a loro e alla federcalcio. Oggi però c’è un protocollo che è stato firmato, e deve essere rispettato. La scelta di non vivere in una bolla sterile è stata presa dalle squadre. Avrei scelto sin dall'inizio la bolla sterile per salvagiardare la salute di tutti i protagonisti del mondo del calcio. Per preservare le nostre attività avrei scelto la via del rigore. Bisogna rafforzare il protocollo. Con il covid non si scherza. Non sono il CTS. Non sono un’esperta. Dubito esista un’altra via oltre al protocollo attuale e alla bolla sterile. Mettere a rischio la salute di queste persone non si può fare. La salute è la precondizione di ogni evento, di qualunque forma. La via del rigore forse si sarebbe rivelata più utile anche per le stesse società sportive. Fermare la Serie A? Bisogna fare in modo che il protocollo si rafforzi. Forse il CTS avrà altre soluzioni”.