A Udine per il riscatto con quattro cambi e tre novità nei convocati: è già dentro o fuori?

Ad Udine gli azzurri sono attesi da un match che sembra già da dentro o fuori.
10.01.2021 09:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Antonio Gaito
© foto di Insidefoto/Image Sport
A Udine per il riscatto con quattro cambi e tre novità nei convocati: è già dentro o fuori?

Ad Udine gli azzurri sono attesi da un match che sembra già da dentro o fuori. La squadra di Gattuso deve dimostrare di aver smaltito la delusione e le scorie dell'incredibile ko interno con lo Spezia, ma soprattutto - anche per non staccarsi già dalle posizioni Champions - risollevarsi da quest'ultimo periodo con 4 punti in 5 partite e dimostrare di poter superare i problemi realizzativi che si porta dietro da un po' (appena l'11% di realizzazione, il sesto peggior dato della Serie A a fronte del primato per tiri in Italia ed in Europa) e che sono emersi vistosamente nel match con lo Spezia con un gol su dodici nitide palle gol. L'attenuante per Gattuso c'è, dovendo fare a meno da tempo di Osimhen e Mertens, ovvero l'acquisto-record del club per passare al 4-2-3-1 ed il record-man di gol del club che è anche il miglior assist-man di questo campionato, ma per entrambi è partito il countdown.

Osimhen domani si sottoporrà al tampone: in caso di negatività potrà sottoporsi alle visite di controllo per poter tornare in gruppo. Il belga invece l'ha già fatto, tant'è che è rientrato in extremis tra i convocati per Udine. Non scenderà in campo, difficilmente verrà già rischiato ma la presenza è un segnale anche della sua importanza per il gruppo. Stesso discorso per Koulibaly e Demme che sono gli altri giocatori inseriti nei convocati dopo l'ultimo allenamento. I cambi di Gattuso dovrebbero essere 4: il ritorno di Meret tra i pali, sul campo della squadra in cui è cresciuto, l'esordio da titolare di Rrahmani (al posto di un Maksimovic in difficoltà), con Hysaj a sinistra e Petagna centravanti. Per il resto Lozano tornerà a destra, con Zielinski ed Insigne dietro la punta, ed a centrocampo Fabian e Bakayoko dovrebbero essere confermati.