Ancelotti soddisfatto di un "Mercato da 10", ma a Firenze riparte dalla vecchia guardia

Tra campo e mercato. Inevitabilmente con il campionato che oggi prende il via. Carlo Ancelotti ieri in conferenza è stato bersagliato di domande di mercato
24.08.2019 10:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ancelotti soddisfatto di un "Mercato da 10", ma a Firenze riparte dalla vecchia guardia

Tra campo e mercato. Inevitabilmente con il campionato che oggi prende il via, ma con la sessione estiva che andrà avanti ancora per più di una settimana, Carlo Ancelotti ieri in conferenza è stato bersagliato di domande di mercato a cui - per la prima volta, segno che ancora tanto è in gioco - non sempre ha dato una risposta, trincerandosi dietro "non è una questione che mi riguarda, penso alla Fiorentina" in merito ad James Rodriguez, Mauro Icardi e Fernando Llorente. Proprio quest'ultimo è molto vicino a diventare un'alternativa di valore a Milik, proprio per la mancata apertura di Icardi all'importante proposta tecnica ed economica del Napoli.

Ballano ancora nomi importanti, ma Carlo Ancelotti ha già dato un 10 al lavoro di Giuntoli ed indipendentemente da come finirà ha lanciato un messaggio di grande soddisfazione per l'operato del club: "Sì, siamo più forti qualitativamente, poi la qualità va assemblata e messa insieme. E' un mercato finora ben fatto, oneroso per la società e non lo nascondo, ma - ha proseguito - nonostante le difficoltà gli obiettivi sono stati raggiunti. Per me la squadra ha le qualità per lottare per vincere. E' una responsabilità che mi prendo. Voto al mercato di Giuntoli? 10! Vogliamo lottare per vincere il campionato, di più non posso dire". E le eventuali trattativa per Icardi, ma non solo, non sono state un segno di scarsa fiducia in Milik ed il tecnico l'ha ribadito anche abbastanza infastidito: "Stiamo cercando da tempo di rinnovare il contratto, questo significa che vogliamo tenerlo a lungo a Napoli e sgombra il campo dalle illazioni. Per noi è importante anche per il futuro e se giocasse da un'altra parte tutti direbbero 'al Napoli serve Milik'".

Ancelotti ha parlato invece senza problemi di Hirving Lozano, anche perché ieri è arrivato l'annuncio ufficiale ed il primo allenamento: "Abbiamo preso un giocatore molto forte, gli siamo stati dietro parecchio, la società ci lavora da tempo, non è stata una operazione semplice ma aumenta il tasso qualitativo. E' un ragazzo serio, disponibile, aveva grande voglia di venire qui. Destra? "Anche dietro la punta, di punta ed a volte a sinistra. Eravamo interessati per questo, ci piacciono i giocatori completi". Non ci sarà però a Firenze, a causa di pratiche burocratiche da sbrigare in Olanda, così come Milik che solo ieri è tornato ad allenarsi in gruppo. Ancelotti questa sera ripartirà dalla vecchia guardia: Mertens falso nove con alle spalle Insigne, Fabian in versione trequartista come sperimentato già col Barcellona, e Callejon. Davanti alla difesa quindi Allan e Zielinski ed in difesa la coppia Koulibaly-Manolas con Di Lorenzo e Ghoulam favoriti su Malcuit e Mario Rui.