E' partito il countdown per Barcellona: Insigne torna a calciare e oggi scatta il ritiro

Si avvicina la sfida di Barcellona, cresce l'attesa e parallelamente anche la concentrazione che Gattuso vuole ai massimi livelli.
06.08.2020 10:10 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Antonio Gaito
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
E' partito il countdown per Barcellona: Insigne torna a calciare e oggi scatta il ritiro

Si avvicina la sfida di Barcellona, cresce l'attesa e parallelamente anche la concentrazione che Gattuso vuole ai massimi livelli. Il tecnico del Napoli non intende lasciare nulla al caso per una gara che "può regalare un traguardo storico ad un club che non è mai andato oltre gli ottavi di finale", per usare le sue parole di qualche settimana fa.  Anche per questo nella giornata di oggi, dopo l'allenamento a Castel Volturno, la squadra si trasferirà in un albergo del Vomero per andare in ritiro. Per domani è fissata la rifinitura, come ormai consuetudine al San Paolo, per poi volare a Barcellona soltanto nel pomeriggio con un charter privato. Niente Camp Nou alla vigilia per la squadra che si sposterà in albergo e seguirà un rigido protocollo mentre solo Gattuso, un azzurro ed i responsabili della comunicazione si staccheranno dal gruppo per la classica conferenza stampa della vigilia. 

Con Manolas e Demme nettamente favoriti su Maksimovic e Lobotka per una maglia da titolare, a Rino Gattuso non resta che il dubbio legato alle condizioni fisiche di Lorenzo Insigne. Il capitano del Napoli sente ancora un po' di dolore - a causa dell'edema osseo più che per il problema muscolare all'adduttore ormai assorbito - ma migliora giorno dopo giorno e ieri ha svolto parte dell'allenamento in campo ritrovando anche il pallone, seppur senza prendersi particolari rischi. Oggi probabilmente proverà ad alzare l'intensità, sperando di cogliere ulteriori segnali positivi, ma domani sarà la giornata chiave. Nella rifinitura al San Paolo effettuerà il vero e proprio test decisivo per capire se potrà esserci dal primo minuto. La fiducia in un recupero cresce, ma Gattuso ha lavorato anche all'alternativa: Elmas esterno alto, esperimento che ha dato già buoni frutti in entrambe le fasi in alcune gare di campionato, anche perché Lozano è una carta più offensivo che il tecnico vuole giocarsi nella ripresa.