Psicodramma al 96': fallito tre volte il 2-0! Queste le difficoltà di Calzona

26.02.2024 11:00 di Redazione Tutto Napoli.net Twitter:    vedi letture
Fonte: di Antonio Gaito per TMW
Psicodramma al 96': fallito tre volte il 2-0! Queste le difficoltà di Calzona
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Non basta Victor Osimhen. Nonostante il secondo gol del nigeriano dal suo ritorno, il Napoli a Cagliari chiude con un 1-1 che può rappresentare la mazzata finale - psicologica, ma anche in termini di classifica - ad una stagione surreale che stavolta va ad aggiungere un incredibile beffa al 96'. Un finale di gara balordo causato da almeno tre errori individuali tra gli errori sotto porta per chiuderla di Politano e Simeone, prima di quello di Juan Jesus sull'ultimo pallone della partita.

Una partita ormai in pugno
La squadra di Calzona soffre per tutto il primo tempo l'intensità del Cagliari, anche l'inizio ripresa è parecchio combattuto, ma progressivamente la squadradi Ranieri deve abbassare ritmo e baricentro. Il Napoli ha anche il merito di sbloccarla con Osimhen, dopo un ottimo recupero alto di Raspadori ed un bell'assist, e quando sembra padrone della partita, con i sardi in debito d'ossigeno e costretti ad aprirsi, fallisce come detto due grosse occasioni per chiuderla da due passi con Politano e Simeone che peraltro si ignorano a vicenda (ma c'è anche un altro tentativo di Lobotka di poco a lato e diversi presupposti in superiorità numerica). All'ultimo pallone, sull'ultimo lancio della disperazione e senza neanche un saltatore come Pavoletti entrato e poi uscito per infortunio, Juan Jesus però calcola male la traiettoria, tiene lì il pallone permettendo a Luvumbo in condizioni precarie di firmare il pareggio.

Le difficoltà di Calzona
"Dovevamo gestire meglio quella palla calciata da molto lontano, è la cosa che mi fa arrabbiare di più", le parole del tecnico del Napoli, affranto per la vittoria buttata via nel finale e che complica ulteriormente una situazione anche mentalmente già pesantissima sin dal suo arrivo: "Prima abbiamo avuto le occasioni per chiuderla, ma non le abbiamo sfruttate. Nel primo tempo tante palle perse in uscita, nel secondo tempo la squadra ha fatto bene a tratti e ripartiamo da qui", il messaggio di Calzona, interrogato anche sugli obiettivi a questo punto del campionato: "Quarto post? E' lontano, ma ci sono altre competizioni che sono meno lontane. Fino a quando la matematica non ci condanna, dobbiamo puntare ad arrivare il più lontano possibile. Ora dobbiamo pensare al Sassuolo, la nostra situazione in classifica ci obbliga a questo".