Tormentone ridimensionamento: il Napoli risponde così

Via Insigne, Ghoulam, Malcuit, probabilmente Ospina e Mertens e altre situazioni saranno valutate nel corso del calciomercato.
15.06.2022 12:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Fonte: di Arturo Minervini per TMW
Tormentone ridimensionamento: il Napoli risponde così

Che Napoli sarà quello della prossima stagione? Se lo chiedono in molti, approcciandosi alle porte di un’estate che cambierà molto il volto della squadra che perderà storici protagonisti dell’ultimo decennio. Via Insigne, Ghoulam, Malcuit, probabilmente Ospina e Mertens e altre situazioni saranno valutate nel corso del calciomercato. Koulibaly e Fabiàn, in scadenza nel 2023, resteranno in attesa di capire se arriveranno offerte. Spalletti si trova a vivere una sessione di mercato che porterà grandi cambiamenti, accompagnata da voci di un possibile ridimensionamento del progetto che la società tende a smentire con fermezza.

L’incedibile è Victor
In un clima di incertezza, ecco il punto su cui fondare il nuovo ciclo: Osimhen. Il nigeriano, nonostante qualche sirena di mercato, sembra destinato ad essere il punto di partenza per la prossima stagione, l’elemento che fa da trait d’union tra passato e futuro. Pe il classe ’98 De Laurentiis aveva fissato il prezzo ad una cifra vicina ai 110 milioni, ma al momento non si registrano offerte che nemmeno si avvicinano a quella richiesta. La speranza del club è che il terzo anno in maglia azzurra di Osimhen possa essere il primo senza infortuni, dopo la grande sfortuna dei suoi primi anni in Italia in cui ha giocato titolare solo 39 volte su 76 in Serie A.

Rinnovamento sulle corsie
Le idee sembrano essere chiare: dare nuova linfa alle corsie esterne, dopo il solo Di Lorenzo appare intoccabile. Sulla sinistra della difesa è arrivato Olivera, che darà filo da torcere a Mario Rui per una maglia da titolare. È in attacco dove ci saranno i maggiori cambiamenti: out Insigne, Politano è in cerca di sistemazione, così come Ounas. Su Lozano tutto resta fermo: l’ingaggio elevato spaventa possibili acquirenti. L’arrivo di Kvaratskhelia era stato programmato da tempo, ma non sarà l’unico innesto: Deulofeu è il primo nome sulla lista, con l’ipotesi dello svincolato Bernardeschi che resta sempre sullo sfondo. Insomma, al netto delle voci di un possibile ridimensionamento, da casa Napoli arrivano segnali di grande convinzione sulle scelte fatte. Magari impopolari, quella su Mertens in primis, ma fortemente volute dal presidente De Laurentiis alla caccia di nuovi idoli da regalare alla piazza.