A Bologna ko beffardo e tante conferme: Napoli in 9 con Insigne e Verdi, il ritorno di Ghoulam e l'assenza di un vice-Allan

26.05.2019 09:21 di Antonio Gaito Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
A Bologna ko beffardo e tante conferme: Napoli in 9 con Insigne e Verdi, il ritorno di Ghoulam e l'assenza di un vice-Allan

Il Napoli non ha trovato la quinta vittoria consecutiva, chiudendo il campionato con un ko sul campo del Bologna. Privo di obiettivi ormai da mesi, la squadra di Ancelotti - senza Koulibaly ed Allan, e con una formazione estremamente sperimentale con quattro attaccanti e due centrocampisti di qualità - non è riuscita a raggiungere l'effimera quota degli 80 punti, fissata come traguardo dal tecnico nelle scorse settimane più che altro per tenere alta la concentrazione fino alla fine del campionato. "Le indicazioni di quello che c'è da fare sul mercato ci sono già da tempo, non aspettavamo certo questa partita - ha tagliato corto Ancelotti nel post - siamo stati un po' leggeri dietro, ma capita nelle gare di fine anno. L'abbiamo rimontata, abbiamo avuto opportunità per vincerla, l'abbiamo persa, ma non cambia niente", la valutazione del tecnico ed in effetti sul 2-2, dopo le reti di Ghoulam e Mertens, è arrivato il 27esimo palo su un tiro di Zielinski e dal possibile 2-3 s'è passato al 3-2 con una deviazione beffarda di Santander sull'unica proiezione offensiva dei rossoblù della ripresa.

La gara ha però confermato quanto visto in questi ultimi mesi. Le difficoltà di Verdi e soprattutto quelle di Lorenzo Insigne, male anche da attaccant esterno - in un ruolo praticamente come quello svolto negli ultimi anni, con lo spostamento di Younes da sotto punta - risultando inconcludente in zona gol e perdendo palla anche nell'azione del raddoppio rossoblù. Senza Allan, la coppia centrale obbligata Fabian-Zielinski ha confermato le grandi qualità in fase propositiva, ma anche le difficoltà nel rincorrere in quella passiva e la necessità di essere sempre mixata con Allan o comunque un suo vice con caratteristiche d'incontrista. Conferme importanti sono arrivate da Ghoulam, autore del gol che ha riaperto il match, ma soprattutto protagonista di una spinta continua ricordando quella pre-infortuni. Sono apparsi insostituibili, infine, Mertens e Callejon che col loro ingresso hanno cambiato volto alla gara con giocate di grande semplicità, ma anche grande efficacia in verticale. Indicazioni ulteriori nella costruzione del Napoli che verrà.