Koulibaly e Maksimovic via? Rrahmani e (forse) Gabriel non bastano: l'errore da non ripetere

Ecco perché, in caso di doppia cessione al centro della difesa, andrebbero acquistati tre centrali. Meglio non rischiare.
14.08.2020 16:58 di Pierpaolo Matrone Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Koulibaly e Maksimovic via? Rrahmani e (forse) Gabriel non bastano: l'errore da non ripetere

Poco più di anno fa, durante la sessione estiva di calciomercato, il Napoli poteva dirsi soddisfatto per quanto fatto in difesa. Ceduto Raul Albiol al Villarreal - per sua volontà -, il club azzurro l'aveva sostituito con il meglio che potesse trovare sul mercato: Kostas Manolas, prelevato dalla Roma sborsando i 36 milioni della clausola di risoluzione del contratto. Sul finale della finestra dei trasferimenti della bella stagione, poi, Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli erano riusciti a piazzare anche Vlad Chiriches al Sassuolo (e sei mesi più tardi, a gennaio, pure Lorenzo Tonelli che non era stato mai utilizzato né da Carlo Ancelotti né da Rino Gattuso). Il Napoli, dunque, ai nastri di partenza si presentò con quattro centrali: il già citato Manolas, Kalidou Koulibaly, Nikola Maksimovic e Sebastiano Luperto.

ERRORE DA NON RIPETERE - La scelta, col passare del tempo, s'è rivelata un grosso sbaglio. Ai primi acciacchi fisici di Koulibaly e Manolas (protrattisi nel tempo per il greco) Ancelotti fu costretto ad adattare Giovanni Di Lorenzo nel ruolo di difensore centrale. Tutto nacque nel secondo tempo di Napoli-Brescia e si ripetette poi più volte a causa dell'emergenza che investì il reparto arretrato azzurro. Si sa, adattare un terzino al centro della difesa non è una soluzione che fa impazzire gli allenatori, ma per Carletto si trattò praticamente di un obbligo, considerando che Luperto non dava garanzie e spesso veniva utilizzato sulla fascia. Quest'ultimo, con l'avvento di Gattuso in panchina, di fatto non ha più visto il campo. Da febbraio a sabato scorso non ha collezionato neanche una presenza, chiaro segnale del fatto che per il nuovo allenatore il difensore salentino è un esubero bello e buono.

PER L'ANNO PROSSIMO - Da settimane si parla di un'imminente cessione di Koulibaly, adesso o mai più, direzione Manchester City o qualche altra big d'Europa. E' notizia più recente, invece, quella delle complicazioni nel rinnovo di Maksimovic e della possibilità concreta di lasciarlo andare nel corso di quest'estate. Il Napoli, dunque, perderebbe due centrali e resterebbe in organico con una sola certezza chiamata Manolas, comunque spesso e (mal)volentieri alle prese con problemi fisici. Per il resto ci sarebbe l'emarginato Luperto e Amir Rrahmani, già acquistato dall'Hellas Verona. Radiomercato racconta anche di un affare quasi fatto col Lille per Gabriel Magalhaes, un ottimo profilo sicuramente. Ma questi quattro centrali non basterebbero. Al primo guaio muscolare di uno dei difensori, il Napoli si ritroverebbe di fronte allo stesso problema dello scorso anno. Ecco perché, in caso di doppia cessione al centro della difesa, andrebbero acquistati tre centrali. Meglio non rischiare, specie in una stagione ricca di impegni ravvicinati come la prossima.