Lobotka inedito: perché lo chiamano Lobo, l'idolo a sorpresa e l'altra grande passione

Stanislav Lobotka è il señor Lobo, anche per questo lo chiamano così. Un soprannome curioso legato (ovviamente) al cognome ma non solo
16.01.2020 07:45 di Fabio Tarantino Twitter:    Vedi letture
Lobotka inedito: perché lo chiamano Lobo, l'idolo a sorpresa e l'altra grande passione

Avete presente Mr. Wolf di Tarantino, l'Harvey Keitel di Pulp Fiction che risolve problemi, che si sbarazza in pochi minuti di un cadavere senza lasciare traccia alcuna in auto? Stanislav Lobotka è il señor Lobo, anche per questo lo chiamano così. Un soprannome curioso legato (ovviamente) al cognome, ma anche alla sua capacità di saper aiutare i compagni ad uscire da situazioni (tattiche) scomode. El Lobo è il secondo play scelto dal Napoli per ricominciare a fidarsi di un riferimento. Se qualcuno è in difficoltà, saprà già a chi affidare la palla. Accadeva al Celta Vigo dove lo slovacco si è messo in mostra fino ad esplodere. Utile nello sviluppo della manovra ma anche quando c'era da difendere, con quella sua capacità tattica di prevedere ogni pericolo e l'abilità nelle coperture preventive per spezzare tentativi avversari. Un centrocampista completo, Lobotka, dalle molteplici passioni. 

PASSIONI E IDOLO - Lo slovacco s'infila tra le linee ma anche tra i fornelli, si diverte a cucinare per la sua dolce metà (da pochi giorni sono diventati genitori) e gli amici, consapevole delle difficoltà legate a un mondo ancora tutto da scoprire. È un ragazzo semplice, Lobotka, che ascolta vari generi di musica (si è appassionato, ovviamente, a quella spagnola), divora serie tv e adora il tennis, uno sport che l'incuriosisce oltre la naturale passione per il calcio. Singolare - ma non troppo - anche la scelta dell'idolo: non è un centrocampista dalle sue caratteristiche ma Ronaldinho, il calcio con le treccine e i denti sporgenti, ammirato al Barcellona ma non solo. Una conferma indiretta sulle sue peculiarità: Lobotka non è solo geometra ma uno spirito libero, palla tra i piedi preferisce osare, spesso anche rischiando, lasciandosi sedurre dal proprio istinto. A volte basta aprire una porta: piacere, soy el Señor Lobo...