Ospina a KKN: "Coppa Italia? E' un obiettivo, ora testa alla Juve! Meret? Siamo una famiglia, sui nuovi..."

23.01.2020 13:16 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Ospina a KKN: "Coppa Italia? E' un obiettivo, ora testa alla Juve! Meret? Siamo una famiglia, sui nuovi..."

Buongiorno amici di TuttoNapoli! Tra poco David Ospina parlerà ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, nel corso della trasmissione Radio Goal. Segui le sue dichiarazioni con noi.

13.40 - Arriva Ospina. Quanto è importante la vittoria contro la Lazio? "Molto importante, è facile lavorare quando si vince. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra, abbiamo una partita importante domenica prossima. Abbiamo qualità, aspettiamo la ripresa del campionato".

Avete ritrovato le curve, importante amore con i tifosi. "E' importante! Questa è una stagione speciale, abbiamo cominciato la stagione con degli obiettivi, ed oggi noi ci troviamo in questa situazione. Dobbiamo uscirne facendo le cose bene, sul campo. Dobbiamo pensare e prendere i tre punti dal campionato".

Coppa Italia primo grande obiettivo? "Si, è un obiettivo importante. Abbiamo fatto una bella partita contro una grande squadra come la Lazio, ma ora dobbiamo mettere tutto quello che abbiamo fatto in questa partita di Coppa anche in campionato. La cosa importante è pensare alla prossima partita. La Juve ha grandissimi calciatori, dobbiamo mettere la grinta per fare una grande partita".

Può capitare un'infortunio come quello contro la Lazio, poi si riparte. "La posizione del portiere è speciale, per questo siamo diversi e possiamo usare anche le mani. Quando commetti un errore è un più visto rispetto ad un attaccante che se sbaglia poi l'azione successiva può segnare e rimediare. La cosa importante è continuare a lavorare e mettersi giù per la prossima partita. Oggi abbiamo la fortuna di allenarci con un ottimo allenatore dei portieri, grandi compagni come Alex ed Orestis, siamo una famiglia. Dobbiamo continuare a lavorare".

Ci aiutiamo a vicenda? "Sempre, credo che sia la cosa più importante. Alex ha grande qualità, per l'Italia è importante avere portieri come Alex o Donnarumma. Io sono sempre là per aiutare, lo so che lui vuole giocare, anche io ed anche Karnezis. Facciamo tutto negli allenamenti, poi c'è la decisione dell'allenatore, c'è uno che va in campo e gli altri due sono lì per aiutare".

Vittoria di martedì può essere la svolta? "Aspettiamo, la cosa più importante è tenere i piedi per terra. Questa stagione è difficile, abbiamo l'esperienza per uscire da questa situazione ed andare avanti".

Come si stanno inserendo i nuovi? "Benissimo, sono due giocatori che possono aiutare la squadra ad uscire da questa situazione. Hanno dimostrato qualità contro la Lazio, sono due grandi calciatori che possono aiutare molto la squadra per il sistema che vuole il mister".

Com'è lavorare con Gattuso? Dà tutto... "Si, questo l'ha dimostrato. Questa squadra, con tutto quello che ha fatto e lasciato mister Ancelotti, possiamo uscire da questa situazione e finire il più avanti possibile".

Barcellona, risultati scritti non esistono. "E' una partita importantissima, ma prima di quella dobbiamo pensare alle partite del campionato, abbiamo tempo per preparare questa grande partita".

Ora la Juve. Ogni partita è uguale? "Ci sono giocatori di altissimo livello, si può studiare ma il giorno della partita poi magari fai un'altra cosa. Dobbiamo rimanere concentrati e pensare al nostro gioco, fare questa partita con la voglia e la qualità che abbiamo. I tifosi ci tengono molto? La Juve è una squadra fortissima, noi vogliamo uscire ada questa situazione, nelle ultime 3-4 partite abbiamo dimostrato che vogliamo uscirne".

Dopo martedì siete più tranquilli? "Dopo una vittoria è più facile fare le cose. Dobbiamo continuare per questa strada e fare le cose bene".

Che futuro può avere questo gruppo? "Grande futuro, ci sono giocatori giovani che possono continuare a crescere. Per Napoli è importante continuare questa strada con questi giocatori. Aspettiamo di finire benissimo la stagione e dopo aspettiamo di capire cosa vuole fare la società. Ora dobbiamo essere concentrati su questo momento".

Che rapporto hai con Cuadrado? "Benissimo, è da un po' che giochiamo insieme in nazionale, è un po' come mio fratello, siamo tra i più vecchi della nazionale. Siamo sempre in contatto, gli auguro sempre il meglio per lui e la sua famiglia"

Ma domenica non gli consentirai di fare gol? "Lui lo sa (ride, ndr). Aspettiamo domenica".

13.18 - Finisce l'intervista a David Ospina.