Barcellona, Rakitic contro i ritiri prolungati: "Non servono a nulla e non ci aiutano"

19.05.2020 15:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: ANSA
foto ANSA
foto ANSA

(ANSA) - ROMA, 19 MAG - "Lautaro? Io, come il Barcellona, voglio sempre i piu' forti per la mia squadra. E lui e' uno di quei giocatori, lo abbiamo visto di persona quando abbiamo affrontato l'Inter". Ivan Rakitic, centrocampista croato del Barca, 'chiama' l'attaccante argentino. In un'intervista a Radio Cope, Rakitic che e' in scadenza di contratto a giugno 2021 e per il quale si e' parlato dell'interessamento anche di Inter e Juve, lancia anche messaggi al suo club. "Mi sarei aspettato che in questi mesi di quarantena per il Coronavirus Bartomeu mi facesse una chiamata - le sue parole - Nei giorni del lockdown ho parlato con Abidal del possibile ritorno, ma magari c'era altro. Non ho pensieri negativi, quando firmo un contratto il mio pensiero e' portarlo a termine. Ma ora non penso a quel che succedera' domani, sono concentrato sulle poche partite di Liga che rimangono da giocare, e poi si vedra'..." Rakitic, che nelle settimane scorse si era detto pronto a correre il rischio di un contagio pur di tornare in campo, ha parlato anche delle ipotesi di ritiri prolungati per prevenire i rischi del contagio da coronavirus. "Non servono a nulla, non ci aiutano in alcun modo". (ANSA).