RILEGGI LIVE - Inter-Napoli 0-1 (57' Fabian): è finita! Impresa degli azzurri a San Siro!

Premi F5 per aggiornare la pagina e seguire il live
12.02.2020 22:43 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
RILEGGI LIVE - Inter-Napoli 0-1 (57' Fabian): è finita! Impresa degli azzurri a San Siro!

22.42 - E FINITAAAAAA! Grandissima impresa del Napoli di Gattuso che esce trionfatore da San Siro. Ottima prestazione degli azzurri che hanno saputo soffrire e hanno portato la semifinale d'andata a casa. Grandissimo gol di Fabian che torna ad essere decisivo. Appuntamento alla sfida di ritorno al San Paolo.

93' - Bastoni scodella in verticale per Lukaku, sovrastato ancora da Manolas. Demme completa poi il disimpegno.

92' - Calcio d'angolo per il Napoli

90' - 4 minuti di recupero

89' - Biraghi lancia per Eriksen, che crossa profondo per D'Ambrosio. Lo stop non è perfetto e Mario Rui ne approfitta per buttar la palla più lontano che può.

88' - Forcing dell'Inter, bravo Politano a dare una mano ai suoi

87' - ERIKSEN! Lautaro calcia, ribatte il muro azzurro. Sulla seconda palla ci prova Eriksen, il cui tiro viene deviato in angolo, a pochi passi dal palo della porta difesa da Ospina.

86' - Ammonito Ospina pe perdita di tempo 

85' - D'ambrosio prova a incunearsi nella difesa azzurra, ma si trascina la palla sul fondo

84' - Sanchez riceve in area, finta di andare a sinistra e sterza sul destro. Brava la difesa del Napoli a chiudere ogni spazio.

82' - Terzo cambio per Gattuso: entra Allan, esce Zielinski

81' - Bravo Milik a indietreggiare e prendersi un prezioso fallo che fa respirare gli azzurri

80' - Barella verticalizza per Lautaro Martinez. Manolas svetta di testa, sovrastando il numero 10 nerazzurro.

78' - Altro cambio per Gattuso: esce Callejon, entra Politano

77' - Mario Rui strattona evidentemente Lukaku e si becca il cartellino giallo.

76' - CHE OCCASIONE PER L'INTER! Lautaro va via a Di Lorenzo sulla fascia. Demme non lo tiene, l'argentino mette al centro. Batti e ribatti a due passi da Ospina, che alla fine si tuffa sulla palla e la fa sua.

75' - Lukaku riceve sul lato corto dell'area. Cross morbido facile preda di Ospina

74' - Secondo cambio per Conte: esce Moses, dentro Sanchez

73' - Primo cambio per Gattuso: fuori Mertens, dentro Milik

72' - ERIKSEN! Lukaku scarica palla sul danese che calcia dal limite, palla fuori

71' - Eriksen scodella in area per Barella, che controlla col petto e centra con il destro: Ospina blocca senza problemi.

70' - Ammonito Conte per proteste

69' - Bravo Mertens a guadagnare un fallo nella trequarti azzurra

68' - Lancio profondo per Lautaro Martinez, ma Ospina esce e anticipa l'argentino.

67' - Biraghi batte un calcio di punizione, sul primo palo Di Lorenzo anticipa tutti e si rifugia in corner.

66' - Primo cambio per Conte: esce Sensi, entra Eriksen

65' - Fallo di Demme sulla trequarti, steso Moses

64' - Ripartenza veloce del Napoli. Fabian fa correre Callejon sulla destra. Quest'ultimo cerca Elmas sul secondo palo, ma il suggerimento è fuori misura.

63' - LAUTARO! Maksimovic sbaglia un passaggio in orizzontale, l'argentino ne approfitta e calcia, palla a lato

61' - Dopo lo scontro con Callejon, Biraghi resta a terra, lamentando un colpo al volto. Nulla di grave per l'ex Fiorentina

60' - Barella riceve sulla destra, converge al centro e va al traversone. La difesa del Napoli tiene bene.

57' - GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL ! FABIAN! Lo spagnolo triangola con Di Lorenzo, manda al bar Brozovic con una finta e con un sinistro a giro non dà scampo a Padelli, centrando l'angolo lontano!

55' - D'ambrosio scucchiaia per Lautaro, ma l'argentino è in fuorigioco

54' - Cross per Lautaro, anticipato da Manolas. Il greco non rischia e ribatte in fallo laterale

52' - Sugli sviluppi del piazzato nessun problema per la difesa del Napoli, che allontana

51' - Manolas troppo lento nella manovra, si fa rubare palla da Lautaro: il greco commette fallo e viene ammonito

50' - D'Ambrosio scodella per Lukaku, che prende il tempo a Maksimovic e incorna: blocca facilmente Ospina

48' - Lancio di D'Ambrosio per Sensi, ma Di Lorenzo lo sovrasta di testa e recupera palla.

47' - Lautaro riesce ad imbucare in area, ma Ospina in uscita bassa anticipa tutti.

46' - Sostituzione per l'Inter all'intervallo: fuori Skriniar, dentro D'Ambrosio.

21.52 - Si riparte, iniziata la ripresa

21:34 - Fine primo tempo. Terminata la prima frazione di gioco: ritmi blandi a San Siro, gli azzurri hanno allo scadere del tempo l'occasione più nitida del primo tempo, ma il polacco si fa ipnotizzare da Padelli. Napoli accorto dietro, ottima la mossa di Gattuso di mettere Mertens a uomo su Brozovic impedendo al regista croato di verticalizzare

47' - ZIELINSKI! Bella azione del Napoli. Mertens confenziona un cioccolatino per Zielinski, che calcia da posizione leggermente defilata. Respinge Padelli.

45' - 2 minuti di recupero

44' - Lautaro sposta Maksimovic, fallo sul calciatore napoletano

43' - Apertura a sinistra per Mario Rui. Cross ribattuto da Moses, che poi mette il corpo davanti e subisce anche il fallo del portoghese.

41' - Altra sventagliata per Moses, altro pallone troppo profondo. Altro possesso per il Napoli.

40' - Sull'azione precedente botta alla spalla per Callejon, lo spagnolo si rialza

39' - Giropalla infinito del Napoli, Zielinski prova il filtrante dentro per Callejon, Padelli blocca

38' - Brozovic scodella in area dalla trequarti: una telefonata per Ospina.

37' - L'Inter fa fatica a sviluppare. Mertens resta basso su Brozovic, senza andare a pressare i difensori, rallentando di fatto il giropalla nerazzurro.

35' - Bastoni cambia gioco a cercare Moses, ma dà troppa forza alla sua sciabolata: palla direttamente sul fondo.

34' - ZIELINSKI! Fabian serve il polacco che dai 30 metri calcia, tiro lontano dallo specchio di Padelli

33' - Lancio per Lautaro Martinez. Manolas lo sovrasta ancora e l'argentino commette fallo.

32' - Mario Rui va alla battuta del corner, ma crossa troppo profondo: palla sul fondo dall'altro lato.

31' - Manolas sventagliata per Elmas sulla sinistra. Il macedone punta l'uomo, entra in area e mette al centro. Biraghi devia in angolo

30' - De Vrji prova la verticalizzazione lunga a cercare Lautaro, ma l'argentino è in fuorigioco

28' - Sulla seguente punizione ci prova Biraghi, palla a lato

27' - Lautaro prova ad andare via a Demme al limite dell'area con una sterzata. L'ex Lipsia lo stende e concede una chance su punizione ai nerazzurri.

26' - Callejon scambia con Fabian, poi va al cross basso. Non riesce a controllare nessuno in area, l'Inter si salva.

24' - Fabian riceve sulla destra e va subito al traversone per Elmas. Padelli e Moses sono in vantaggio, ma pasticciano e regalano il corner al Napoli.

22' - Lancio lungo di Mario Rui a cercare Elmas. Scala de Vrij a chiudere sulla sinistra. Bravo poi l'olandese a disimpegnarsi bene.

20' - Il Napoli prova a costruire dal basso, ma fa fatica perché stasera sta funzionando bene il pressing alto dell'Inter.

18' - Mario Rui recupera palla e prova subito a verticalizzare per Mertens, anticipato però da Skriniar.

17' - LAUTARO MARTINEZ! Apertura per Biraghi, che controlla bene e scodella per il numero 10: colpo di testa di Lautaro, che spedisce alto sopra la traversa, non di molto.

16' - Demme sbaglia il disimpegno, Lautaro s'invola verso il limite dell'area, il tiro però è facile preda di Ospina 

14' - Elmas va via a Skriniar a centrocampo, ma arriva subito Barella che lo metto giù con una spallata valutata irregolare da Calvarese.

12' - Bastoni prova la verticalizzazione verso Lukaku, Ospina fa la guardia e la palla esce a lato

11' - MERTENS! Il primo squillo della partita è del Napoli. Fabian apre su Callejon, che vede Mertens in area e lo serve. Tiro di prima del belga, palla di poco alta sopra la traversa.

10' - Giropalla Napoli adesso. Le squadre si stanno ancora studiando e i ritmi non sono alti.

9' - Cross di Skriniar, Fabian spazza in rimessa laterale

8' - Mertens combina con Di Lorenzo, poi va al cross dalla fascia destra. La retroguardia copre bene l'area.

7' - Lancio di Brozovic a cercare Lukaku, anticipato bene da Manolas. Di Lorenzo completa il disimpegno alleggerendo su Ospina.

6' - Moses scarica su Brozovic dopo una disattenzione di Maksimovic. Il croato calcia di prima intenzione, ma Ospina blocca senza problemi.

4' - Elmas si rialza adesso. Sta bene e resta in campo. Può ripartire il match

3' - Subito Elmas a terra per via di uno scontro con Skriniar, ammonito lo slovacco

2' - Imbucata centrale per Lukaku, che spalle alla porta prova a fare da sponda per Lautaro, ma la difesa del Napoli chiude bene.

20.47 - PARTITI! E' iniziata Inter-Napoli

20.40 - Squadre in campo. Presenti circa 50mila spettatori al San Paolo.

20.30 - Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, non sarà titolare stasera nel match di Coppa Italia con l'Inter, ma nel pre-partita ne ha parlato a Rai Sport: "E' importante perché dopo questa stagione può essere un gran traguardo vincere la Coppa. Ora però dobbiamo pensare a stasera, non già alla finale. C'è questa partita e dobbiamo affrontarla nel miglior modo possibile, solo così potremo arrivare in finale".

20.20 - Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter, a pochi minuti dalla sfida di Coppa Italia col Napoli è intervenuto al microfono di Rai Sport: "Sicuramente è un obiettivo la Coppa Italia, l'Inter vuole dare il meglio in tutte le competizioni e in questa vuol dire arrivare alla finale. L'Inter arriva a questo match con la consapevolezza di aver svolto un cammino importante, crescendo di domenica in domenica e cercando di creare un modello vincente, ossia dando il massimo di sé. E questo lo sta facendo bene anche per l'allenatore. Innanzitutto bisogna avere la consapevolezza di restare umili, lavorare tanto, guardare avanti all'obiettivo, cercare di raggiungerlo applicandosi sempre più. L'arma vincente sarà la cura del particolare, che farà la differenza".

L'Inter è la squadra che porta più tifosi allo stadio. "Questo è importante per il movimento calcistico italiano. Questa disciplina coinvolge tantissima gente con tanta passione, e questo è un fatto positivo. I tifosi nerazzurri si aspettano anche qualche traguardo importante, come potrebbe esserlo la Coppa Italia che ora è alla nostra portata. Dobbiamo crederci fino in fondo, tutti vogliamo superare il turno. Ma dobbiamo avere grande rispetto per il Napoli".

Teme un piccolo calo dopo il derby? "Ormai gli staff tecnici sono molto efficienti e riescono a trovare le misure giuste, anche negli allenamenti, dosando le forze. I grandi club sono soggetti a più partite durante la settimana. Questo ci dà tranquillità, anche perché non ci sono solo 11 giocatori, ma c'è un'intera rosa. Stasera Conte ha fatto degli avvicendamenti anche per questo".

Ora lo spogliatoio sembra molto compatto. "In realtà tra le componente importanti per creare un modello vincente c'è proprio la compattezza del gruppo, attraverso la stabilità della società e dell'allenatore. Non voglio parlare della scorsa annata, ma abbiamo cercato di porre dei correttivi, senza venir meno al rispetto. Oggi Conte ha svolto un grandissimo lavoro di disciplina, inculcando senso d'appartenenza. Quando c'è questo il rendimento è maggiore".

Cosa preferirebbe tra Europa League, campionato e Coppa Italia? "Non lo so. L'Inter, come tutti i grandi club, deve partecipare per vincere. Ci manca la ciliegina che è la Champions. Restano tre competizioni particolari, ma c'è grande soddisfazione di aver creato un modello che si avvicina agli obiettivi di una società blasonata come l'Inter. La contentezza dei dirigenti è quella di vedere un gruppo che cresce e che va al di là di ogni più rosea aspettativa".

20.15 - Il difensore dell'Inter, Alessandro Bastoni, a pochi minuti dalla semifinale di andata di Coppa Italia contro il Napoli, ha parlato ai microfoni di Inter TV: "Abbiamo tanta voglia di tornare ad alzare un trofeo dopo diversi anni. Il nostro obiettivo è quello di arrivare avanti in questa competizione. Il derby? È molto difficile restar fuori dal campo: il primo tempo è stato duro, poi devo ammettere che nella ripresa c'è stata una goduria sugli spalti. Non è facile restare fuori dal campo, oggi sono contento di tornare a disposizione. Il Napoli? È una grande squadra, con grandi attaccanti. Faremo di tutto pur di fermare i partenopei".

20.00 - Lorenzo Insigne si accomoderà in panchina contro l'Inter. A sorpresa, il capitano azzurro non parte dal primo minuto per l'andata delle semifinali di Coppa Italia ma è a disposizione di Gattuso, che potrà eventualmente schierarlo nella ripresa. Inizialmente si pensava ad un'esclusione per motivi fisici ma la sua presenza in panchina potrebbe essere un indizio sul fatto che Gattuso abbia optato per una scelta meramente tecnica. Al suo posto c'è Elmas ma da esterno potrebbe giocare anche Zielinski. Staremo a vedere.

19.40 - FORMAZIONI UFFICIALI - Ufficiale da qualche istante la formazione scelta da Gattuso per la sfida di questa sera contro l'Inter. Confermato Ospina tra i pali, in attacco torna Mertens al posto di Milik, a centrocampo rientra Fabian con Demme al centro. A sorpresa out anche Insigne (va in panchina) con Elmas al suo posto. Da capire se con Zielinski alto, con il macedone oppure in un 4-2-3-1. Nell'Inter, Conte conferma la coppia d'attacco e a centrocampo sceglie Sensi, con Eriksen inizialmente in panchina. Ecco le formazioni ufficiali:

Inter (3-5-2): Padelli; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Moses, Barella, Brozovic, Sensi, Biragi; Lukaku, Lautaro. A disp.: Handanovic, Stankovic, Berni, Godin, Sanchez, Vecino, Ranocchia, Young, Borja Valero, Eriksen, D'Ambrosio, Candreva. All.: Conte. 

Napoli (4-3-3): Ospina, Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas, Mario Rui; Fabian, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Elmas. A disp.: Meret, Karnezis, Koulibaly, Luperto, Allan, Lobotka, Insigne, Llorente, Lozano, Milik, Politano. All.: Gattuso.

19.15 - Secondo le ultime indiscrezioni diffuse da Tv Luna, Lorenzo Insigne non sarà della partita.

19.00 - Pochi minuti e sarà ufficiale la formazione: secondo Sky torneranno sia Allan che Fabian in mediana. 

Senza lo squalificato Hysaj, Gattuso dovrebbe confermare la linea difensiva col ritorno di Manolas in coppia con Maksimovicm considerando i nuovi problemi fisici per Koulibaly. A centrocampo i dubbi maggiori: torna Fabian, probabilmente per Zielinski, con Demme ed Elmas (favorito su Allan non ancora al meglio). In attacco tornano Callejon e Mertens nel tridente con Insigne.

Senza Handanovic, conferma per Padelli tra i pali. Conte potrebbe tenere a riposo Lukaku, schierando Sanchez con Lautaro mentre a centrocampo potrebbe esserci Eriksen dal primo minuto, nel terzetto con Barella e Brozovic e Moses e Biraghi ai lati. In difesa rientra Bastoni con De Vrij e Skriniar. 

Rivale complicatissimo per la squadra di Gattuso. L'Inter infatti è imbattuta da 10 gare in tutte le competizioni (6 vittorie e 4 pareggi) ed in campionato ha perso una sola gara, in casa contro la Juventus. L'unico precedente in gare di andata e ritorno in Coppa Italia rievoca dolci ricordi per i partenopei: semifinali del 1997, quando gli azzurri passarono il turno ai calci di rigore dopo un doppio pareggio. Per il resto l'Inter in Coppa Italia è imbattuta in casa contro il Napoli con due vittorie ed un pareggio. I nerazzurri non raggiungono la finale dal 2010/11, l'anno successivo al triplete. Il Napoli è stato eliminato nelle ultime due occasioni in cui ha partecipato alle semifinali di Coppa Italia (2015 contro la Lazio e 2017 contro la Juventus) ed ha vinto solo due volte una gara di semifinale in trasferta (1987 contro il Cagliari e 1989 contro il Pisa).

Amici di Tuttonapoli, buonasera e benvenuti alla diretta testuale di Inter-Napoli, valida per la semifinale d'andata di Coppa Italia! Dopo il terribile ko interno col Lecce, il Napoli ha l'occasione per ripartire subito. Di fronte, per l'andata delle semifinali di Coppa Italia, c'è l'Inter di Conte, lanciatissima dopo la rimonta nel derby e che vuole far strada anche in Coppa Italia. Per i nerazzurri è la strada più agevole per tornare a vincere un trofeo, per il Napoli quella più corta per garantirsi l'Europa League diretta, tutt'altro che scontato visto che gli azzurri anche col Lecce hanno confermato la propria inaffidabilità, faticancdo con le medio-piccole per poi essere capaci di esaltarti solo nelle grandi serate nei big-match.