Spalletti a Sky: "Dobbiamo lasciare da parte la presunzione. Bisogna partire forte ma non è uno spareggio"

"Il Leicester è una di quelle favole del calcio che hanno segnato la storia del calcio".
15.09.2021 19:44 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Spalletti a Sky: "Dobbiamo lasciare da parte la presunzione. Bisogna partire forte ma non è uno spareggio"
TuttoNapoli.net
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport alla vigilia della sfida di Europa League contro il Leicester.

Che istantanea si immagina per domani sera? "Che la mia squadra si faccia trovare pronta, perché ci sarà un impatto di quelli forti.  Se non avremo il rubinetto aperto delle qualità ci potremmo trovare in difficoltà. Questa è una squadra che fa un calcio moderno e abbina le qualità tecniche a quelle fisiche anche la tattica più riconosciuta in Italia".

Ulteriore test a livello mentale? "Venendo da dei risultati positivi ci si crede già ad un buon livello da poter offrire impatto e concretezza alle partite internazionali, invece dobbiamo fare ancora dei passi in avanti. Dobbiamo lasciare da parte la presunzione e la convinzione di essere forti".

La profondità della rosa che l'aiuta: pensa di impostare un robusto turn-over?
"I tanti impegni ancora devono iniziare, questo è il primo, quindi dal punto di vista di fatiche fatte e di condizionamenti della scelta della formazione... non ce ne sono. È fondamentale che si giochi da Napoli".

Vi trovate in uno stadio teatro della più grande storia di calcio mai scritta: in che modo vi è stata d'ispirazione?
"Il Leicester è una di quelle favole del calcio che hanno segnato la storia del calcio e posizionarsi a questo livello in un campionato di questo tipo è qualcosa di epico. Ci sono tutte le qualità e se uno vuole attingere trova tantissimo qui. Il credo di Ranieri è stato seguito, è una delle squadra a cui vanno fatti i complimenti per come interpreta questo sport".

È già uno spareggio?
"Non può esserlo, ma bisogna partire forte ed essere pronti a giocare a livello alto. Questi confronti qui ti danno il livello che ci vuole per essere il Napoli".