TN - Juve in B, l'Inter stravince, Inzaghi beffa Reina e Cannavaro alza il Pallone d'Oro: com'era il calcio prima di Hamsik al Napoli

Com'è cambiato il calcio in dodici anni
10.02.2019 18:45 di Fabio Tarantino Twitter:   articolo letto 40866 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
TN - Juve in B, l'Inter stravince, Inzaghi beffa Reina e Cannavaro alza il Pallone d'Oro: com'era il calcio prima di Hamsik al Napoli

(di Fabio Tarantino) - Com'è cambiato il calcio in dodici anni. Nel 2007, quando il (quasi) ventenne Marek Hamsik fu acquistato dal Napoli, l'Inter aveva appena vinto il suo quindicesimo scudetto. Era l'anno successivo a Calciopoli, la Juventus era ripartita dalla Serie B e la formazione nerazzurra, allenata da Mancini, con gli ex bianconeri Vieira e Ibrahimovic in squadra, riuscì a vincere il tricolore a distanza di tantissimo tempo. Un viaggio nella memoria, ricordando qual era la fotografia del 'pallone' prima dell'era Hamsik in azzurro.

LA SERIE A PRIMA DI MAREK - L'Inter vinse dominando il campionato con 97 punti. Seconda la Roma a 75, terza la Lazio a 62 e quarto il Milan a 61. In Coppa Uefa Palermo, Fiorentina ed Empoli. Retrocessero Chievo, Ascoli e Messina, ultima a 26 punti. A Francesco Totti, con 26 reti, il titolo di capocannoniere. Alle sue spalle Lucarelli (20) del Livorno e Riganò (19) del Messina. Appena 15 le reti di Ibrahimovic all'Inter. Campionato equilibrato solo dal secondo posto in poi. Troppo forte, l'Inter, per provare ad ostacolarla. 

L'EUROPA PRIMA DI MAREK - Nel 2007 la Champions torna nella bacheca del Milan di Ancelotti che riscatta la finale di Instanbul battendo 2-1 il Liverpool di Benitez ad Atene. Segna due volte Inzaghi contro il futuro azzurro Reina. Il brasiliano Kakà sarà capocannoniere del torneo con dieci reti. Tra le italiane, la Roma esce ai quarti (ricordate il 7-1 del Man Utd?) e l'Inter agli ottavi col Valencia (al Mestalla, al ritorno, la storica rissa tutti contro tutti). L'Europa League si chiamava ancora Coppa Uefa. La vinse il Siviglia di Juande Ramos - in rosa Dani Alves, Luis Fabiano e l'italiano Maresca - che supera in finale l'Espanyol di Valverde, oggi allenatore del Barcellona. Capocannoniere del torneo Walter Pandiani con undici reti. L'Espanyol superò il Livorno ai sedicesimi. Tra le altre italiane, Palermo fuori durante la fase a gironi e Parma eliminato ai sedicesimi dallo Sporting Braga. 

PALLONE D'ORO - Nel 2006 il Pallone d'Oro fu assegnato a Fabio Cannavaro. Il difensore del Real Madrid trionfò grazie al successo Mondiale superando Buffon (secondo) ed Henry (terzo). Nessuna traccia, sul podio, dei giovanissimi Messi e Cristiano Ronaldo, futuri fenomeni: l'argentino arrivò ventunesimo, il portoghese quattordicesimo. Avrebbero scritto la storia, nel giro di pochi anni. Volendo, coerenti con l'attualità: nel 2007 Simone Cristicchi vinse Sanremo con 'Ti regalerò una rosa'. Da Hamsik ad Hamsik, dodici anni di calcio e rivoluzioni. Sarà difficile ricominciare.