Pareggio che ci sta contro una corazzata. Napoli bello e sfortunato. Girone apertissimo

06.11.2018 23:18 di Francesco Molaro Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Pareggio che ci sta contro una corazzata. Napoli bello e sfortunato. Girone apertissimo

Finisce in parità, giusto così, ma poteva essere anche qualcosa di diverso, chiaro è se giochi con uno squadrone come il PSG ogni risultato può essere ben accetto. Due tempi diversi, due risultati diversi, due squadre diverse. Ma facciamo un passo indietro.

Roba da non credere, cose che quasi non ci credi, a tempo scaduto di un primo tempo non eccezionale ma che sicuramente aveva visto gli azzurri difendersi bene arriva il gol di Bernat. Non è il Napoli di Parigi diciamolo, non è il Psg dell’andata diciamolo ma il gol di fine tempo lascia il San Paolo di stucco. Gli azzurri ci hanno provato a reagire alle giocate dei francesi che con il 3-4-3 e senza Cavani giocano sicuramente meglio e con le notizie arrivate da Belgrado capiscono che devono accelerare. Il Napoli invece non trova la giocata, i cross si infrangono sulla difesa parigina e le ripartenza veloci della squadra transalpina fanno vacillare la difesa azzurra che con Koulibaly regge benissimo. Ma si vede che è un altra gara e il Buffon mai chiamato in causa preoccupa. La ripresa è un arrembaggio, il Napoli scende con il coltello tra i denti. Spinge il PSG nella sua metacampo e costringe i francesi a salvare l’impossibile. Thiago Silva e Buffon fanno reparto e alzano con tantissima fortuna una muraglia che il Napoli meriterebbe di buttare giù almeno tre volte. La gara diventa vibrante e bella e il pareggio e nell’area. Su una palla vagante Callejon ci crede e trova il calcio di rigore. Dal dischetto segna Insigne facendo esplodere di gioia il San Paolo. 1-1 e gara che ricambia volto si gioca con la paura di prenderle e si rischia di meno. Ancelotti prova Zielinski, toglie un buon Maxsimovic per Hjsay e infine anche Ounas per Mertens che si era infortunato. Nel PSG entra anche Cavani ma non punge e il finale diventa più facile mantenere il pari che provare a vincerla. Finisce 1-1 col vantaggio del gol in trasferta che può essere importante. Girone apertissimo, girone bellissimo e sicuramente indefinibile, speriamo di restaci dentro come meritiamo.