Rai, Repice confida in Allegri: “Tra i più grandi allenatori in Europa, uscirà dalle difficoltà"

Parla così Francesco Repice, giornalista di Radio Rai, ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com in occasione del Festival dello Sport
23.09.2022 07:00 di  Francesco Carbone   vedi letture
Rai, Repice confida in Allegri: “Tra i più grandi allenatori in Europa, uscirà dalle difficoltà"
TuttoNapoli.net

"Napoli squadra più convincente finora? Pensavo dovesse giocare sempre a 300 all'ora per vincere le gare, invece ha dimostrato - come col Milan - di saper gestire le partire. E questo è un segno da grande squadra". Parla così Francesco Repice, giornalista di Radio Rai, ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com in occasione del Festival dello Sport in corso di svolgimento a Trento.

Sul mercato il Napoli ha avuto delle intuizioni geniali. "Vero, Kvaratskhelia lo conoscevano in molti, ma non tutti si sono avvicinati con la convinzione del Napoli, Kim invece era sempre visto con una certa diffidenza. Il nome conta, ma fino a un certo punto, il campo poi dà il responso definitivo. E' una soddisfazione per il Napoli, tifosi e dirigenza".

Vedi il Milan in grado di lottare fino alla fine? "E' una squadra dalla mentalità europea, gioca a pallone come i grandi club che vediamo in Europa. Può fare bene anche in ambito internazionale, c'è il Mondiale di mezzo e non mi sorprenderei se una italiana arrivasse fino in fondo alla Champions".

Allegri in un altro contesto sarebbe già stato esonerato? "Io credo che Allegri sia uno dei più grandi allenatori in Europa. Non si può diventare scarsi da un giorno all'altro. Ha vinto e dimostrato di saper gestire le squadre, chiaro che adesso attraversa un momento di difficoltà, ma come succede in tutte le squadre. Lui saprà come uscirne, e se non ci riuscirà ad uscirne sarà comunque in grado di dare delle spiegazioni. Non c'è bisogno si aggiorni dal punto di vista tattico, casomai dal punto di vista atletico che fa una certa differenza. Lì magari correrà ai riparti, ma non credo sia diventato scarso. Bisogna avere rispetto e competenza".

Che momento sta attraversando Inzaghi? "Rispetto ad Allegri ha un gap di età e quindi di esperienza, e per gestire un grande spogliatoio serve anche quel vissuto che Inzaghi ancora non può avere per motivi anagrafici. Ha però uno staff tra i più preparati in Italia, quindi se riuscirà ad instaurare dei rapporti magari un pochino più tranquilli all'interno dello spogliatoio, ne verrà fuori tranquillamente".