Sky, Di Bello: "Domani sarà dura, ma il Napoli può lanciare un segnale"

Nel corso di ‘Radio Goal’ su Kiss Kiss Napoli, il giornalista di Sky Sport, Leo Di Bello, ha parlato di Granada-Napoli.
24.02.2021 21:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Sky, Di Bello: "Domani sarà dura, ma il Napoli può lanciare un segnale"
TuttoNapoli.net
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Nel corso di ‘Radio Goal’ su Kiss Kiss Napoli, il giornalista di Sky Sport, Leo Di Bello, ha parlato di Granada-Napoli: “Bisogna considerare il momento e le tante assenze. Sono curioso come sarà ridisegnato l’attacco, Politano lì davanti sarà logicamente cambiato il modo di attaccare della squadra. Il 2-0 è un risultato antipatico, bisogna essere perfetti dietro perché non si può subire nessun gol, la rete in trasferta andrebbe a pesare in maniera irreparabile su questo passaggio del turno. Secondo me il Napoli deve giocare una partita completamente diversa rispetto alla gara d’andata, tatticamente, tecnicamente e soprattutto d’atteggiamento. Psicologicamente bisogna farsi sentire subito dall’inizio e poi cercare gli episodi. La vedo veramente dura perché il Napoli purtroppo deve fare ancora i conti con le assenze. Qualcuno rientra ma non è al 100% della condizione e un leader come Mertens puoi gestirlo solo negli ultimi minuti. Bastava un gol all’andata per raccontare una storia completamente diversa, ora serve un’impresa però questa è anche l’occasione per dare una scossa a questa stagione. Domani per il Napoli è un grande occasione per lanciare un segnale, i giocatori che scenderanno in campo avranno una grande occasione per dare una sferzata ad una stagione fatta da troppi alti e bassi.

Come si riaccende la luce? A volte è troppo facile dare le responsabilità a Gattuso, lui giustamente se le prende per difendere la squadra, ma poi sono i giocatori a scendere in campo e devono dimostrare di avere le motivazioni giuste. In Europa bisogna avere un ritmo e un’intensità diversa, il Granada è ottavo nella Liga, dietro è tutt’altro che perfetto e si può mettere in difficoltà. Il Napoli è superiore, è questione d’intensità deve lottare dal primo all’ultimo minuto, se non ce l’hai in Europa non vai avanti. Gli alti e bassi del Napoli sono quelli dei singoli giocatori che da un certo punto di vista è inspiegabile sia per Gattuso che per noi che vediamo giocare la squadra in maniera diversa da una partita all’altra”.