L'ex Aglietti: "Keita uomo mercato. Napoli città unica, altrove difficile provare le stesse emozioni"

"La soddisfazione di segnare a Torino contro la Juventus è stata incredibile, a quel punto del campionato eravamo in lotta per il primo posto in classifica con i bianconeri".
27.06.2016 20:30 di Fabrizio Carbone Twitter:   articolo letto 15317 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
L'ex Aglietti: "Keita uomo mercato. Napoli città unica, altrove difficile provare le stesse emozioni"

Alfredo Aglietti, ex calciatore con un passato anche tra le file del Napoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: "Keità (difensore classe '96 finito nel mirino del Napoli) ha ancora margini di miglioramento importanti, dopo il primo anno da titolare in Serie B. Per l'Entella può essere un uomo mercato. Nella testa di Lapadula ha pesato la convinzione di poter trovare poco spazio con Higuain, al Milan, invece, in un modulo che prevede il doppio attaccante, può avere più possibilità di giocare titolare e potrebbe essere stato il club rossonero ad avergli prospettato un ruolo di primo piano. Se il Napoli venderà Gabbiadini avrà una cifra importante da spendere per un punta che potra essere una valida alternativa ad Higuain e non un rincalzo. 

Napoli? Il San Paolo esplode in una manier unica difficile da esprimere. La soddisfazione di segnare a Torino contro la Juventus è stata incredibile, a quel punto del campionato eravamo in lotta per il primo posto in classifica con i bianconeri. Le emozioni che un calciatore può provare a Napoli sono uniche, pochi altri posti al mondo possono regalare emozioni e sensazioni come la piazza partenopea. Ecco perché credo che Higuain restarà a Napoli anche l'anno prossimo".