Liberti, coll. Sabella, a TN: "Ieri solo una botta per Higuain. Fernandez, un fedelissimo. Campagnaro, che polemica dell'Inter..."

"La nazionale Argentina ha sempre l'obiettivo della vittoria, anche in questo mondiale: le carte in regola per battere il Brasile di Scolari ci sono, anche se la strada è in salita"
16.11.2013 16:45 di Michele Bellame Twitter:   articolo letto 16483 volte
Luigi Liberti con E. Lavezzi
Luigi Liberti con E. Lavezzi

Il lavoro che tutti sognano da bambini è quello del calciatore, e Luigi Liberti, imprenditore e giurista, ci è andato molto vicino. E' a contatto con i migliori campioni del panorama calcistico mondiale e non ha neanche il rischio di farsi male perché il campo lo vede ma solo in giacca e cravatta. Con massima disponibilità, il collaboratore europeo del commissario tecnico dell'Argentina Sabella ci ha concesso un'esclusiva dal ritiro statunitense della Nazionale Albiceleste.

Quali sono gli obiettivi della truppa di Sabella ai prossimi mondiali in Brasile?
Una selezione come quella argentina ha sempre l'obiettivo della vittoria. Il prossimo anno, a differenza di quelli passati, potrà contare su una squadra equilibrata nella quale Messi potrà dire la sua. Leo non ha mai avuto in Nazionale il rendimento che ha avuto con la gestione Sabella. Le aspettative sono alte, anche perché Sabella ed il suo staff composto da Claudio Gugnali e Julian Camino sono affiatati e vincenti: presero l'Estudiantes ultimo in classifica e lo portarono in un anno a vincere il titolo, poi la Libertadores (proprio contro una brasiliana...) e ad un minuto dal termine erano campioni del Mondo contro il Barcelona. Diciamo che battere questo Brasile di Scolari a casa loro sarebbe un impresa, ma gli elementi per riuscirci ci sono tutti.

I preparatori dell'Argentina sono al corrente della condizione fisica di Higuaìn? Ieri c'è stata preoccupazione, si è accasciato a terra e poi aveva una fascia al ginocchio: ora come sta?
L'Argentina possiede un ottimo staff medico ed atletico. Il prof. Blanco e' sempre al corrente dei suoi calciatori, seguendoli quotidianamente. Per Gonzalo si è trattato di un problema di condizione, nel senso che per recuperare dall'infortunio ha dovuto risparmiarsi anche in allenamento, ed una volta guarito clinicamente si è ritrovato fuori forma. Ieri c'è stata solo una botta. Ora stanno partendo per Saint Louise, ed in pomeriggio si fa un controllo. Ma nulla di grave.

Perché nonostante non giocasse nel Napoli, Fernandez è stato sempre convocato?
Fede è un "fedelissimo" di Sabella. Lo ha cresciuto nell'Estudiantes e lo conosce bene. Nei suoi successi, c'era sempre Fede in difesa. Quindi il Ct sa cosa può dare Fede e Fede conosce cosa vuole il Ct. E' ovvio che il fatto che non giocasse, con il conseguente calo di condizione, stava diventando un problema anche in chiave Seleccion.

Cos'è successo con Campagnaro? E' stato Sabella a non convocarlo oppure Mazzarri gli ha impedito di partire con l'Albiceleste?
Su Campagnaro c'è stata cattiva informazione, ed una reazione spropositata dell'Inter che ha creato una polemica che non esiste. In pratica, Hugo fu preservato da Mazzarri contro il Cagliari, in vista della partita Inter-Roma. Purtroppo, nell'immediata vigilia Hugo accuso un piccolo problema alla pianta del piede e dovette saltare la partita ma in ogni caso, vista la lieve entità dell'infortunio, rispose alla chiamata in Nazionale. Si curo', giocando anche la seconda partita contro l'Uruguay. Al suo ritorno a Milano, dopo un paio di allenamenti regolari, prima della trasferta a Torino Hugo ha accusato un altro dolore muscolare. A questo punto, saltando anche quella partita, inizio a scatenarsi una mini polemica poiché Hugo per pura casualità si era trovato a giocare nella Seleccion e non nell'Inter. La "sfortuna" ha voluto che Hugo si riprendesse proprio nella settimana prima delle ultime convocazioni. A questo punto, l'Inter ha preferito tutelare a pieno il suo calciatore non affrettando il rientro. A quel punto, Sabella ha accettato la situazione ed ha preferito ritirare la convocazione accontentando l'Inter e non creando ulteriori polemiche deleterie per il calciatore. In ogni caso, Hugo fa parte del gruppo che andrà ai Mondiali.