Steward nega accesso a disabile, parla il diretto interessato: “Inaccettabile la risposta del Napoli alla mia esclusione"

Così parla Antonio Medici
24.04.2019 18:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Steward nega accesso a disabile, parla il diretto interessato: “Inaccettabile la risposta del Napoli alla mia esclusione"

"Siamo ovviamente dispiaciuti dell'accaduto ma va detto che gli steward hanno semplicemente applicato il regolamento d'uso dell'impianto che all'atto dell'acquisto del biglietto per la partita viene implicitamente approvato dall'acquirente".  Così la SSC Napoli ha risposto al caso di Antonio Medici, costretto ad utilizzare le stampelle dall'età di 6 anni, si è reso protagonista di un'animata discussione quando si è visto negare l'accesso da due persone all'ingresso che gli hanno di fatto intimato di non poter entrare con le stampelle. Ecco la replica di Medici affidata ai microfoni di Radio CRC: "Come spesso faccio, sono andato a vedere Napoli-Arsenal con mia figlia di 16 anni e avendo avuto un tumore porto le stampelle in quanto disabile. Al secondo controllo, l'hostess mi ha detto che non potevo entrare con le stampelle e ciò l'ho percepito come un'offesa poichè non sono un accessorio ma hanno creato le condizioni per la mia insicurezza. Mentre andavo via sono stato invitato ad entrare per vedere la partita ma è accaduto il paradosso: mi hanno tolto le stampelle tant'è che alla fine della partita non sapevo dove andarle a recuperare. La risposta del Napoli mi lascia sconcertato perchè il regolamento non dice che sono vietate le stampelle. Il regolamento fornisce agli steward la facoltà di capire se le stampelle possano essere usate impropriamente. Ora, io senza stampelle non cammino e non avrei fatto del male a nessuno. Sulla questione del settore disabili c'è un altro problema perchè tutti gli stadi sono organizzati in modo tale da non rinchiudere persone con un certo status. Quei settori sono destinati a persone con scarsa mobilità; io riesco a salire le scale e non vedo perchè debba sottrarre il posto ad un altro che non si può muovere. Aggiungo un'altra cosa: ma se le stampelle sono pericolose non lo sono anche nel settore disabile? Non riesco a capire la motivazione del calcio Napoli che forse, nasconde una concezione nazista del disabilità e della società perchè siccome sono disabile devo andare in un settore a parte pur non essendo per me necessario farlo perchè riesco a salire le scale e a sedermi sul seggiolino dei distinti".