Benitez vs. Mourinho: il blob degli scontri tra due acerrimi nemici

Quando Rafa disse: “Eravamo ottimi amici finché non ho cominciato a batterlo"
30.05.2013 18:00 di Mirko Calemme Twitter:   articolo letto 15055 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Benitez vs. Mourinho: il blob degli scontri tra due acerrimi nemici

Continua il nostro percorso alla scoperta dell'allenatore azzurro Rafa Benitez. Oggi ripercorriamo alcuni duelli verbali tra il neo-tecnico partenopeo ed il suo acerrimo nemico José Mourinho. I due, di fatto tra i tecnici più vincenti del vecchio continente, non hanno mai nascosto la loro rivalità e reciproca antipatia, nata in Inghilterra quando allenavano rispettivamente Liverpool e Chelsea. Una battaglia senza esclusione di colpi che, perché no, potrebbe avere seguito nella prossima Champions League.

“Eravamo ottimi amici finché non ho cominciato a batterlo. Da quel momento Mourinho ha cambiato idea: fa sempre così, litiga con gli allenatori delle grandi squadre e invece va d’accordissimo con quelli che riesce a sconfiggere”
Rafa Benitez nel 2007, alla vigilia della semifinale di Champions Liverpool - Chelsea, vinta poi dai reds.

“Benitez non dovrà faticare come ho fatto io, perché in un mese ha la possibilità di vincere tre trofei: la Supercoppa italiana, quella europea e il Mondiale per club. Un allenatore che arriva in un nuovo club di solito deve costruire la squadra, mentre Benitez si trova tutto pronto, società e giocatori. Il suo non è un lavoro, ma un sogno.”
José Mourinho nel 2010, quando Benitez ereditò la sua Inter. Una scelta che si rivelerà infelice, con lo spogliatoio ancora legatissimo al portoghese e molti dei “senatori” in rotta con lo spagnolo (Materazzi su tutti).

“Negli ultimi due anni la squadra è stata spremuta e non ha mai seguito un piano di lavoro in palestra. Questi sono i risultati”
Rafa Benitez, nel dicembre del 2010, commenta così lo stato fisico di un Inter in grande difficoltà e già allora subissata dagli infortuni.

“Beh, pensavo che mi avrebbe ringraziato, visto che gli ho regalato un titolo (il Mondiale per club, ndr). In ogni caso chiedete agli interisti chi è Mourinho e chi Benitez, vedrete cosa vi diranno”
José Mourinho risponde così alle critiche sullo stato di forma dell’Inter di fine 2010, con Benitez ormai in procinto di lasciare il club nerazzurro.

“Il ciccione va al Chelsea? Davvero? Adesso lo seguirà Materazzi come allenatore in seconda!”
Novembre 2012, Mourinho commenta con il suo ex giocatore Maicon l’approdo di Benitez al Chelsea, dopo il match di Champions tra Real Madrid e Manchester City, ironizzando sul difficile rapporto dello spagnolo con Marco Materazzi . Il video dello scambio di battute è stato “rubato” dall’emittente LaSexta.

“Il mio futuro? So qualcosa ma non parlerò del Real Madrid, non credo sia giusto farlo”
Rafa Benitez, dicembre 2012. A Madrid già in quel periodo cominciavano a girare voci su un esonero per Mourinho a fine stagione, con lo spagnolo dato fra i possibili successori.

“Non so cosa sappia e non mi interessa saperlo. Come tifoso del Chelsea, però, mi auguro che durante la partita con il Corinthians non stesse pensando al Real Madrid”
La replica di Mourinho giunge subito dopo la sconfitta di Benitez nel Mondiale per club 2012, con il suo Chelsea battuto dal Corinthians in finale.

“Le parole di Mourinho? Siamo diversi: io mi concentro solo sulla prossima partita.”
Rafa Benitez, maggio 2013. Risposta del mister spagnolo a chi gli chiedeva un commento riguardante la conferenza stampa di Mou dopo la sconfitta con il Borussia in Champions, dove il portoghese di fatto annunciò il suo ritorno al Chelsea.