Le grandi trattative del Napoli - 2013, il primo colpo di Benitez ora è storia: Mertens dal PSV

Quando sbarca in Italia, Dries Mertens ha già numeri importanti. Certo, tutti da confermare in un campionato molto più complicat.
29.03.2020 09:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Pierpaolo Matrone
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Le grandi trattative del Napoli - 2013, il primo colpo di Benitez ora è storia: Mertens dal PSV

Trentasette gol in sessantadue partite tra il 2011 e il 2013, una Coppa d'Olanda e una Supercoppa D'Olanda. Quando sbarca in Italia, Dries Mertens ha già numeri importanti. Certo, tutti da confermare in un campionato molto più complicato di quello dei Paesi Bassi. Ma al PSV, e all'Utrecht prima, il trequartista della nazionale belga (all'epoca già 19 presenze e 2 gol con i Diavoli Rossi) aveva già dimostrato di avere tutto il bagaglio necessario per affrontare questo grande salto. A quel tempo, però, non ancora tanto conosciuto come ora, tant'è che a Napoli c'è chi storce il naso, nonostante proprio nell'estate dell'acquisto di quello che poi per tutti i tifosi napoletani diventerà 'Ciro' il presidente De Laurentiss avesse già ingaggiato un Top Manager come Rafa Benitez per provare a switchare in maniera definitiva e a consacrare il suo club come uno dei più importanti d'Europa. Cosa che gli è poi riuscita, prima con Rafa e poi con gli altri tecnici.

SCOVATO DA RAFA E BIGON - Oggi Dries Mertens è storia. Poco prima del blocco dei campionati per l'emergenza Coronavirus, il folletto belga aveva raggiunto Marek Hamsik in vetta alla classifica dei più produttivi goleador del Napoli. Nessuno meglio di 'Ciro', oggi. E chi se lo sarebbe aspettato in quel lontano 2013. Agli albori di giugno, giusto dopo il matrimonio con Benitez, il direttore sportivo Riccardo Bigon dà un occhio alla lista dei calciatori seguiti e in cima a quella c'era proprio Mertens, che il Napoli aveva già affrontato e apprezzato in Europa League. In uno dei primi colloqui tra il d.s. e il nuovo manager, il confronto che porta all'affare. Anche Benitez aveva pensato a quel 26enne del PSV: affinità perfetta.

MISSIONE OLANDESE - Può partire dunque la mission per strappare il 'sì' del calciatore e, più complicato, quello del PSV che sembrava restio a cedere una delle sue stelle. Il lunedì seguente, il 10 di giugno, Bigon prende un aereo da Roma e vola in Olanda. Direzione Amsterdam, dov'è già fissato un colloquio con il club di Eindhoven e con gli agenti di Mertens. Soren Lerby batte cassa, chiede un ingaggio da 1,5 milioni di euro e il Napoli l'accontenta subito. Forte del 'sì' dell'entourage del belga, il direttore sportivo azzurro si presenta alla corte del PSV, lima la cifra iniziale richiesta (15 milioni) e lo strappa per meno di 10 milioni. Ancor oggi il mercato estivo del 2013, di ormai sette anni fa, viene ricordata da tanti tifosi come la migliore della nuova gestione. Anche perché ha portato in dote il miglior bomber della storia azzurra.