Prima si alternava, ora non più: Gattuso ha scelto un altro titolare

Le ultime due sfide hanno confermato una sensazione, ovvero la necessità per la squadra di avere come terminale offensivo Victor Osimhen.
06.05.2021 16:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Prima si alternava, ora non più: Gattuso ha scelto un altro titolare
TuttoNapoli.net
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Si ferma l'alternanza in attacco. Le ultime due sfide contro Torino e Cagliari hanno confermato quella che da tempo era molto più di una sensazione, ovvero la necessità per la squadra di avere come terminale offensivo Victor Osimhen. Colpa dello stato di forma approssimativo di Mertens, ma anche della crescita esponenziale del nigeriano dal punto di vista della condizione, delle soluzioni ulteriori che concede tatticamente alla squadra, della conoscenza dei compagni - che stanno iniziando a capire come innescarlo - ed in generale del calcio italiano che richiede sempre astuzie e movimenti inizialmente nuovi per un 22enne reduce da Belgio e Francia.

Tre gol nelle ultime tre partite, con il primo subentrando contro la Lazio. Sei reti dal ritorno in campo, dopo il colpo alla testa a Bergamo, per una media di un gol ogni 93' ed in generale otto gol in campionato in appena 1246 minuti. Un dato che assume ancora maggiore importanza se consideriamo che il classe '98 ha giocato almeno duecento minuti a gennaio subentrando in condizioni precarie, solo per le necessità della squadra, dopo una lunghissima inattività tra l'infortunio alla spalle, le relative complicazioni, e poi il Covid. Con lo Spezia toccherà ancora a lui, come probabilmente anche le prossime sfide, e se dovesse raggiungere a breve la doppia cifra (mancano due reti), a livello statistico per minuti/gol sarebbe in scia delle prime stagioni di predecessori del calibro di Cavani ed Higuain.