TMW - L'invito di Mertens per lo Scudetto! E Insigne si riscopre leader...

. Il Napoli vive la serenità del Trentino e lo fa col sorriso sulle labbra, in attesa di novità - positive, almeno si spera - per l'affare James
16.07.2019 10:40 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Marco Frattino per Tuttomercatoweb
TMW - L'invito di Mertens per lo Scudetto! E Insigne si riscopre leader...

La serata in piazza a Dimaro Folgarida è stata piacevole e ricca di spunti. Il Napoli vive la serenità del Trentino e lo fa col sorriso sulle labbra, in attesa di novità - positive, almeno si spera - per l'affare James e parlando senza problemi di sogni, speranze e obiettivi per la nuova stagione. Ieri sera Dries Mertens, Lorenzo Insigne e il nuovo arrivato Kostas Manolas hanno risposto alle curiosità dei tifosi presenti, spaziando dal sogno Scudetto al tradimento di Maurizio Sarri.

Insigne a vita - E' questa la volontà del capitano, che ha rivelato di non aver mai pensato a un futuro lontano da Napoli. "Sono giovane e sto bene a Napoli, spero di restare a vita", le parole dell'attaccante di Frattamaggiore che ha messo a tacere anche le ultime voci di mercato. Rivelando inoltre di aver accolto nel migliore dei modi le frecciatine di De Laurentiis e Ancelotti, così da rispondere sul campo. "Le parole del mister e del presidente le ho interpretate nel modo migliore, nel senso buono, per darmi la carica e iniziare al 100% il prossimo anno", ha aggiunto Insigne.

Mertens innamorato fin da subito - Quello tra il belga e il popolo napoletano è un amore senza fine. L'ha ammesso l'attaccante, ormai per tutti trasformatosi da Dries in 'Ciro'. "Ero già venuto a Napoli con l'Utrecht, ricordo sul lungomare la passeggiata pre-partita, già ero innamorato! Per fortuna poi al PSV mi hanno chiamato e non ci ho pensato un secondo", ha detto Mertens ricordando quando ha ricevuto l'offerta del club partenopeo. Tuttavia 'Ciro' non ha risparmiato un invito al club, per provare a contrastare l'egemonia della Juventus. "Abbiamo preso Manolas, ma penso che dobbiamo prendere anche altri giocatori per alzare il livello. Le altre comprano sempre, noi proviamo sempre ma se vogliamo vincere qualcosa dobbiamo alzare ancora il livello", ha aggiunto.

Manolas, che accoglienza! - Il difensore greco s'è mostrato subito a suo agio tra le domande dei sostenitori azzurri, aggiungendo una personalità da leader che può fare solo bene alla squadra di Carlo Ancelotti. "Io l'erede di Albiol? Lui è stato un giocatore importante ma sono pronto per sostituirlo, non ho mai avuto paura di sostituire nessuno. Anche a Roma dovevo sostituire Benatia e si parlava di lui, ma io sono nato pronto, sono sempre pronto e lo farò vedere in campo". Il calciatore ellenico è già pronto per affiancarsi a Koulibaly e rendere imperforabile la difesa azzurra.