Udinese, incredibile Balzaretti: “Rigorino, l’arbitro ha valutato e VAR non doveva intervenire”

All'indomani della sconfitta contro il Napoli, il responsabile dell’area tecnica dell'Udinese, Federico Balzaretti, esprime i suoi pensieri.
28.09.2023 14:40 di  Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Udinese, incredibile Balzaretti: “Rigorino, l’arbitro ha valutato e VAR non doveva intervenire”
TuttoNapoli.net

All'indomani della sconfitta contro il Napoli, il responsabile dell’area tecnica dell'Udinese, Federico Balzaretti, esprime i suoi pensieri, il primo sul rigore che ha permesso ai partenopei di sbloccare il match (terminato poi 4-1): "Quello di ieri è stato un episodio importante sullo 0-0, si tratta di un rigorino, perché quello che manca in questo momento è l’uniformità di giudizio - spiega Balzaretti ai canali ufficiali del club friulano -. Ieri l’arbitro era a tre metri, ha valutato l’entità del contatto e non c’era motivo che il VAR lo richiamasse".

"Facciamo riunioni in cui ci spiegano le procedure - continua Balzaretti -, ma quello di ieri non è un protocollo corretto: se valuti il contatto regolare bisogna dare valore alla sensibilità dell’arbitro in campo, e noi questo lo abbiamo chiesto e lo chiediamo sempre, altrimenti anche la spinta su Festy Ebosele contro la Fiorentina sarebbe stata rigore se rivista al VAR”. Un episodio che si unisce al fallo fischiato sempre al laterale irlandese nella propria area contro la Juventus che portò al discusso penalty del 2-0 per gli avversari. “Credo che l’arbitro di campo abbia la sensibilità più giusta, il VAR dovrebbe intervenire solo quando strettamente necessario".

Ovviamente il dt sa bene che questo non è un alibi per la prestazione di ieri, che va riscattata immediatamente. “Domenica ci sarà una partita molto importante. Usciamo ridimensionati dalla prestazione contro la Fiorentina contro un Napoli forte, ma noi siamo mancati soprattutto nella cattiveria e nell’animo che deve contraddistinguerci”, spiega il dirigente. Il prossimo appuntamento sarà volto a ritrovare questa grinta: “Abbiamo la fortuna di giocare presto contro il Genoa in casa, ci aspettiamo una reazione dal punto di vista temperamentale – afferma – perché dovrebbe essere il nostro marchio di fabbrica”.

I bianconeri devono uscire da questo periodo difficile con le proprie forze. “Serve un’unità ancora più forte, stamattina abbiamo parlato con la squadra e deve emergere la vicinanza tra noi nei momenti di difficoltà – afferma Balzaretti – se ne esce col lavoro, con l’attitudine. Per questo torno a dire che ci deve essere animo in una squadra con giocatori importanti, ma dobbiamo trovare continuità, perché Fiorentina a parte siamo sempre andati a corrente alternata”. Da qui la decisione di “anticipare il ritiro di un giorno, per cercare di vivere questo momento con il giusto equilibrio e con la carica emotiva importante. Contro il Genoa vogliamo essere protagonisti”.