Coronavirus, le iniziative del Napoli: Gattuso tra donazioni e messaggi social

L'annuncio del Napoli dei giorni scorsi sulla ripresa della preparazione s'è confermato puramente formale.
29.03.2020 10:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: di Antonio Gaito
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Coronavirus, le iniziative del Napoli: Gattuso tra donazioni e messaggi social

Il mondo del calcio fa fronte comune contro il Coronavirus. L'annuncio del Napoli dei giorni scorsi sulla ripresa della preparazione s'è confermato puramente formale, visto che al momento è difficile persino ipotizzare un ritorno in campo ed anche il club partenopeo s'è allineato comunicando che "l'attività sportiva è sospesa fino a data da destinarsi". L'emergenza infatti continua a diffondersi ed i giocatori più che altro sono concentrati nel lanciare messaggi positivi, nel rispetto delle regole fornite dal governo, ma anche iniziative benefiche e non solo per aiutare il paese ad uscire da una crisi senza precedenti per le ultime generazioni.

FLASHMOB - Il club partenopeo ha ottenuto una partecipazione di massa nel flashmob di sabato 14, dopo i primi canti sui balconi di Napoli che nei giorni precedenti erano diventati virali in tutto il mondo. Alle 20 in migliaia, testimoniati dai video che hanno invaso i social del club, si sono sentiti un po' più vicini cantando 'Un giorno all'improvviso', ritornello che accompagna ormai da anni le vicende dei partenopei in casa e trasferta. Lorenzo Insigne il primo ad aderire, dal balcone della sua casa di Posillipo, prima di muoversi concretamente anche a livello economico per la propria terra.

DONAZIONI - Il capitano del Napoli è stato protagonista anche di un aiuto importante all'Ospedale Cotugno. Sui social ha invitato i tifosi a farsi avanti mentre l'entità della sua donazione è stata svelata dal governatore Vincenzo De Luca: "Vorrei ringraziare Insigne, tra le persone più attive della città per aiutare gli ospedali di Napoli. Ci ha donato 100mila euro“. Protagonisti anche gli altri compagni di squadra: Marta Ponsati, compagna di Callejon, ha subito invitato tutta la squadra ad una raccolta fondi per il Cotugno, arrivata quasi ad 800mila euro. Successivamente un'altra campagna è stata lanciata da Jessica Ziolek, compagna di Milik, appoggiata da tutta la squadra con offerte e condivisione sui social.

SOCIAL - Invitando i tifosi a restare a casa, il club partenopeo sta pubblicando quotidianamente sui social i video degli azzurri che si allenano da casa. La scorsa settimana sono stati coinvolti anche i tifosi nel condividere col club i loro allenamenti a casa. Tanti gli azzurri che condividono con i tifosi le loro sessioni, in compagnia spesso di compagne e bambini, e Lorenzo Insigne in questo caso ha provato a sfruttare anche l'ironia. il capitano ha prima lanciato la #PizzaChallenge, mostrandosi in cucina ed invitando i tifosi a fare lo stesso. Una clip arrivata a mezzo milione di utenti su Instagram e ieri, in un'altra clip, ha coinvolto i tifosi nel mostrare altri momenti creativi della loro giornata a casa.

ADL - Agli ospedali cittadini, già in difficoltà visti i pochi posti in terapia intensiva, non sta mancando anche l'aiuto di Aurelio De Laurentiis. Pochi giorni fa il dottor Ascierto, che ha sperimentato anche un protocollo che sta portando benefici a livello nazionale, aveva annunciato la disponibilità del presidente del Napoli ad aiutare sensibilmente la ricerca e non solo in questo momento difficile. Dopo un confronto con lo stesso Ascierto, ADL ha destinato il suo impegno all’acquisto delle attrezzature necessarie per allestire nuovi posti letto in terapia intensiva e sub-intensiva: agli ospedali sono stati donati ventilatori polmonari, caschi cpap e tubi endotracheali.

GATTUSO - Anche il tecnico azzurro non ha fatto mancare il proprio contributo. Gattuso ha risposto all’appello dei sindaci di Corigliano Calabro e Rossano: con una cospicua donazione ha sostenuto l’urgente acquisto di un’ambulanza per il 118 e di tamponi, oltre ai contributi per la sua fondazione “Forza Ragazzi” che agisce proprio sul territorio. Ieri ha anche diffuso un ulteriore messaggio attraverso i canali ufficiali del club: "Volevo fare un saluto a tutti gli italiani e tifosi del mondo. Vi chiedo di restare a casa perché è fondamentale, perché ci sono i nostri dottori e i nostri infermieri che stanno facendo un grandissimo lavoro. Dispiace per chi ci ha lasciato e per questo bisogna rispettare le regole. So che è difficile ma serve uno sforzo da parte di tutti".