Dallo stadio del Sole al Maradona Stadium: la storia dell'impianto di Fuorigrotta

Consegnato alla città nel 1959, dopo sette anni di lavori e alcuni cambi di progetto, lo stadio del Napoli si appresta a cambiare per la terza volta il nome
27.11.2020 22:20 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
Dallo stadio del Sole al Maradona Stadium: la storia dell'impianto di Fuorigrotta

Consegnato alla città nel 1959, dopo sette anni di lavori e alcuni cambi di progetto, lo stadio del Napoli si appresta a cambiare per la terza volta il proprio nome. Nato come Stadio del Sole e costruito per dare alla squadra azzurra un nuovo impianto dopo la distruzione durante i bombardamenti del 1942 sul vecchio Stadio Partenope - chiamato anche Stadio Vesuvio o Stadio Giorgio Ascarelli - che si trovava in tutta altra zona (Rione Luzzatti il primo, Fuorigrotta il secondo) , lo stadio napoletano prese il nome che tutti oggi conosciamo, ovvero San Paolo, sono quattro anni dopo, nel 1963 in onore del santo Paolo di Tarso. Un nome che è durato per ben 57 anni e ha accompagnato generazioni di tifosi, ma che fra poche settimane sarà sostituito dal nome di un santo laico, del calciatore più grande nella storia del Napoli e del calcio in generale: Diego Armando Maradona. Un cambio di nome che trova tutti concordi.