Il peso dei numeri

Quella di Lorenzo Insigne è stata una prima parte di stagione terribilmente negativa e al momento non si intravedono spiragli positivi.
15.12.2019 18:45 di Gennaro Di Finizio Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Il peso dei numeri

Quella di Lorenzo Insigne è stata una prima parte di stagione terribilmente negativa. Dopo il chiacchiericcio estivo sulla possibile partenza (direzione Inter, tra le tante), il capitano azzurro sembrava pronto a ripartire, dopo aver trovato una nuova quadra con Ancelotti sotto il punto di vista tattico - come ammesso dallo stesso giocatore negli scorsi mesi -, sembrava destinato ad una stagione esaltante. Cosi, fino a questo momento, non è stato: i fischi uditi ieri al momento del cambio, sono l'emblema di un momento che vede Insigne protagonista ed al centro delle critiche da parte dei tifosi napoletani.

NUMERI IMPIETOSI - Il rendimento di Lorenzo sta sicuramente facendo discutere, con i numeri che parlano di un Insigne ormai orfano del gol da troppo tempo: l'ultima rete, infatti, è firmata il 23 ottobre in Champions nella vittoria di Salisburgo. Resta, poi, da annotare quello che è un andamento lento e spoglio: solo 4 gol tra campionato ed Europa. Troppo poco per quello che dovrebbe essere, da capitano, il trascinatore della squadra ora nelle mani di Gennaro Gattuso. La cosa che balza all'occhio, poi sono ovviamente i tiri di Insigne: il giocatore di Frattamaggiore ci prova, anche tanto, ma gli manca incisività e precisione sotto porta (ieri 7 tiri contro il Parma). Colpa, probabilmente, anche della pressione che l'attaccante avverte sotto gli occhi di un pubblico che non perdona (quasi) niente. Non più. Chiaro poi che, senza un'inversione di rotta da parte di Insigne, il rapporto con il tifo napoletano sarà difficile da rimettere in piedi.