Gazzetta - Chiellini nega il Whatsapp, la Procura ha lo screen di De Ligt e De Sciglio

I calciatori della Juventus sentiti in procura a Torino alcuni mesi fa hanno in sostanza confermato tutti la manovra stipendi
03.12.2022 13:30 di Redazione Tutto Napoli.net Twitter:    vedi letture
Gazzetta - Chiellini nega il Whatsapp, la Procura ha lo screen di De Ligt e De Sciglio
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

I calciatori della Juventus sentiti in procura a Torino alcuni mesi fa hanno in sostanza confermato tutti che la società aveva chiesto loro il sacrificio di una mensilità di stipendio, più il differimento di altre tre sulla stagione successiva, scrive la Gazzetta dello Sport che fornisce alcuni retroscena:

"Secondo quanto sostiene Demiral, "gli interlocutori - per il gruppo squadra - erano Chiellini, Bonucci e Cristiano Ronaldo". Eppure, nel comunicato successivo diramato dal club bianconero si parla solo di rinuncia a quattro mensilità. Di nuovo Dybala: "Era uscito un comunicato stampa e tanta gente pensava che noi avessimo rinunciato a quattro mesi di stipendio. Ma non che avevamo già l’accordo sulle tre mensilità, che erano certe". I compagni, infatti, vengono avvisati dei dettagli in primo luogo da Giorgio Chiellini, capitano di allora, in un lungo messaggio nella chat di squadra su whatsapp (le cui schermate originali sono fornite agli inquirenti da De Sciglio e De Ligt), con tanto di invito a "non parlare nelle interviste di questo accordo" perché nel comunicato sarebbe stato poi scritto che rinunciano a quattro stipendi "per questioni legate alla Borsa". Eppure, lo stesso Chiellini in procura nega che sia stata la società a chiedergli di intimare ai compagni di non dire nulla alla stampa".