Il Roma - Party d'addio per Zielinski: voleva restare, ma ADL si è ricordato di lui troppo tardi

Ultimo compleanno da giocatore del Napoli per Piotr Zielinski. Ultimo brindisi con i compagni azzurri per il polacco.
20.05.2024 11:30 di  Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Fonte: di Salvatore Caiazza per Il Roma
Il Roma - Party d'addio per Zielinski: voleva restare, ma ADL si è ricordato di lui troppo tardi
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Ultimo compleanno da giocatore del Napoli per Piotr Zielinski. Ultimo brindisi con i compagni azzurri per il polacco. Oggi il centrocampista compie 30 anni. Per l’occasione porterà tutti a cena per festeggiare ma anche per salutare tutti quelli che hanno lavorato con lui quest’anno. Chissà se ci saranno lacrime. Di certo Zielu avrà un futuro meglio di tutti gli altri. Dal 1° luglio diventerà un calciatore dell’Inter campione d’Italia. Con l’Inter che giocherà la Champions. Con l’Inter che parteciperà anche al Mondiale per club. Sarà, dunque, un anno ricco di impegni. Fosse rimasto nel Napoli si sarebbe dovuto accontentare solo del campionato. Ed, invece, va a mostrare le sue qualità nella Milano da bere. In una città ricca di moda ma senza mare. Ma poco importa. Piotr è stato un altro colpo di mercato a parametro zero del professor Marotta.De Laurentiis si è rizelato per la scelta del suo calciatore. Ma il presidente ha aspettato troppo per rinnovargli il contratto. Ma soprattutto gli voleva diminuire lo stipendio dopo che il polacco aveva detto no ad una montagna di milioni che gli offrivano gli arabi. Aspetta, aspetta e l’Inter si è inserita riuscendo a convincere il suo procuratore ad accettare la proposta. Un’offerta irrinunciabile per il calciatore ma anche per Bartlomiej Bolek. Quest’ultimo fu preso di mira da Adl ma l’agente ha fatto solo il suo lavoro guadagnando anche una ricca commissione.Addio, dunque, ad ragazzo molto legato ai colori partenopei. Si è sentito napoletano Piotr e l’ha detto anche nel film sullo scudetto.

Ci mancheranno le sue sterzate, le sue danzate sul pallone, i gol dalla distanza, l’abilità nell’inserirsi in aria ect ect. Vederlo con un’altra maglia in Italia sarà un colpo al cuore. Soprattutto nel doppio incontro con il Napoli. Ma non andrà fischiato o contestato. Anzi, solo ringraziato. Sarebbe voluto rimanere ma la proprietà ha pensato opportuno di ricordarsi di lui solo dopo il contatto del furbo uomo mercato dei nerazzurri. Sarò contento Simone Inzaghi che in mezzo al campo avrà un altro elemento in più per poter puntare nuovamente allo scudetto. La nostra speranza è che il giovane Giovanni Manna riesca a trovare un rimpiazzo forte. Almeno questo...