Il Roma - Gattuso “ringhia” su Whatsapp: le direttive del tecnico agli azzurri

05.04.2020 14:30 di Carmine Ubertone Twitter:    Vedi letture
Fonte: Giovanni Scotto per il Roma
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Il Roma - Gattuso “ringhia” su Whatsapp: le direttive del tecnico agli azzurri

Tutti a casa appassionatamente. È proprio così: l’allenatore del Napoli Rino Gattuso vuole i suoi calciatori grintosi e carichi nonostante la crisi. La fiducia, la convinzione che le cose si sistemeranno, e che con le garanzie necessarie per la salute si tornerà a lavorare in campo, sperando di riprendere e concludere la stagione. Non si tratta solo degli allenamenti in casa, ma soprattutto di un discorso fatto di motivazioni e di entusiasmo. Quello che il tecnico del Napoli trasmette quasi quotidianamente ai suoi calciatori. Non delle vere e proprie video conferenze, ma appuntamenti singoli e rapidi con ognuno.

UNO SCAMBIO di battute, ci si chiede come va. A Gattuso piace vedere i suoi calciatori con l’abbigliamento del Napoli che lo aggiornano su come procedono i lavori. Anche un’occhiata a video, perché no, per visionare lo stato di forma. Il pericolo di mettere qualche chiletto di troppo va tenuto in considerazione. Ma ad oggi la valutazione dell’allenatore azzurro e del suo staff è molto positiva. I calciatori del Napoli si stanno allenando bene, seguendo alla lettera i programmi. Tutto in smart working, come fanno tanti altri italiani. C’è un gruppo whatsapp con tutta la squadra: lì il centro degli
appuntamenti quotidiani virtuali. Ma si guarda anche avanti: bisogna prepararsi all’eventuale ok per la ripresa degli allenamenti veri e propri. Per quello servirà il Governo, e bisognerà aspettare fino al 13 aprile. Ma lo staff di Gattuso deve farsi trovare pronto: c’è un programma più che abbozzato, e soprattutto le nuove misure che saranno indispensabili.

NIENTE ASSEMBRAMENTI, nemmeno ai pasti o in sala video. Si lavorerà a distanza, probabilmente a gruppi. Deroghe solo per le partitelle, ma senza abbracci. Non sarà semplice, ma già in questi giorni i collaboratori di Gattuso spiegheranno ai calciatori come prepararsi alla “nuova” normalità. Quando usciranno ed entreranno dal centro sportivo tutti dovranno indossare la mascherina. E così i giocatori dovranno fare nella vita privata, seguendo le disposizioni valide per ogni cittadino. Nulla di ufficiale e definitivo, ma intanto si comincia a organizzare il lavoro. Il campionato potrebbe riprendere a maggio, tra un mese e mezzo. Serviranno almeno tre settimane di preparazione, che probabilmente rimarranno valide per tutta l’estate, visto che facilmente si arriverà a giocare fino ad agosto. Intanto il Napoli è favorito: tutti sono in città, anche gli stranieri. Nessun caso di positività al Coronavirus. Di fatto, gli azzurri sono pronti a rimettersi in moto. Per ora, si proseguirà a casa: dove il lavoro sta dando risultati migliori delle aspettative.