Licenziato per il calo vendite legato al Coronavirus: 26enne si uccide a Milano

Un uomo di 26 anni si è tolto la vita dopo esser stato licenziato per via del calo di vendite relativo all'emergenza da Coronavirus.
01.04.2020 17:30 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Licenziato per il calo vendite legato al Coronavirus: 26enne si uccide a Milano

Sa di incredibile quanto accaduto a Milano, nella zona Navigli. Un uomo di 26 anni si è tolto la vita dopo esser stato licenziato per via del calo di vendite relativo all'emergenza da Coronavirus. Il tutto è accaduto subito dopo la chiamata del suo datore di lavoro mentre gli comunicava di averlo licenziato: il giovane, di origini senegalesi ha aperto la finestra del bagno della propria abitazione e si è gettato di sotto togliendosi la vita.