Chiariello: "Poco obiettivo su Meret? Sono stufo! Lo difendo dal vergognoso linciaggio"

"Facciamo a capirci. Io non reputo Meret un fuoriclasse e anzi per come prometteva da giovane mi aspettavo di più".
03.04.2024 23:30 di Antonio Noto Twitter:    vedi letture
Chiariello: "Poco obiettivo su Meret? Sono stufo! Lo difendo dal vergognoso linciaggio"

Il giornalista Umberto Chiariello ha voluto chiarire su X il proprio giudizio su Alex Meret: "Sono stufo di questa storia che io non sia obiettivo su Meret solo perché scherzando l’ho dichiarato figlio mio adottivo come feci con Insigne e con tutti quelli che dileggiate ingiustamente. Facciamo a capirci. Io non reputo Meret un fuoriclasse e anzi per come prometteva da giovane mi aspettavo di più. Ma lo difendo da un linciaggio mediatico vergognoso e spropositato perché resta uno dei migliori portieri italiani, nel giro della Nazionale con Donnarumma e Vicario, per ora un passo avanti a Provedel e Di Gregorio ed anche a Carnesecchi, talento vero che deve crescere e che sbaglia ancora tanto.

Si può discutere sulle preferenze, ma resta un ottimo portiere nel novero di quelli che ce l’hanno fatta (a differenza di altri prospetti promettenti come Sportiello, Scuffet, Gollini e Cragno ad es., che si sono persi per strada). Molto interessante Caprile ma non è ancora pronto, almeno un altro anno di A e poi il grande lancio, se si conferma. Ditemi tutto ma non mettete in discussione l’unica ricchezza che ho: l’onestà intellettuale".