Maradona jr: "Papà o Messi? Non si possono paragonare i terrestri con gli extraterrestri"

Diego Maradona Jr., intervistato dal quotidiano spagnolo Sport, ha presentato la sfida di Champions League in programma domani tra Barcellona e Napoli
07.08.2020 17:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Enzo Calone
Maradona jr: "Papà o Messi? Non si possono paragonare i terrestri con gli extraterrestri"

"Diego è il Dio del calcio, Leo il migliore tra gli essere umani". Diego Maradona Jr., intervistato dal quotidiano spagnolo Sport, ha presentato la sfida di Champions League in programma domani tra Barcellona e Napoli, tornando a parlare anche dell'eterno dualismo tra suo padre e Lionel Messi: "Non si può comparare i terrestri con gli extraterrestri. Adoro Messi, oggi è il più forte di tutti e Cristiano Ronaldo neanche gli si avvicina. Ma nella storia è stato il secondo più forte, perché nessuno può essere paragonato a mio padre. La mia top 3? Dico Maradona, Messi e Ronaldo, Ronaldo il Fenomeno".

Che partita si aspetta invece tra Barça e Napoli? "Il Barcellona ha una rosa spettacolare ed è avvantaggiato dall'1-1 dell'andata, ma allo stesso tempo prende gol contro chiunque e non vive un buon momento a livello psicologico. Anche per questo dico che il Napoli al Camp Nou farà almeno una rete, non ho dubbi sul fatto che riuscirà a rendere le cose difficili ai blaugrana. Sinceramente, eccetto quelli che hanno appena rivinto lo Scudetto e che non mi piace mai nominare, non vedo in Italia una squadra migliore del Napoli oggi".

Con mister Gattuso gli azzurri hanno ritrovato d'altronde fiducia e compattezza. "Esatto, Gattuso è riuscito a risolvere i problemi dello spogliatoio e a restituire la fiducia ai suoi giocatori. Rino è un grande lavoratore, non ha fatto altro da quando è arrivato a Napoli. Oggi la sua squadra è più una famiglia, mentre se guardo il Barcellona di Setién vedo 'solo' undici giocatori".

Però c'è un certo Lionel Messi... "Innanzitutto lasciatemi dire che è stato meraviglioso vedere Leo nel tempio di mio padre all'andata, anche se il Barça ha fatto nel complesso una partita abbastanza moscia tra le mura del San Paolo. Chi critica Messi in Argentina comunque non capisce nulla di calcio: Leo è una stella, un fenomeno, il numero uno di questa epoca".

Chiosa su un altro argentino che potrebbe approdare al Barcellona: Lautaro Martinez. "L'Inter è un grande club in Italia, ma il Barça è di un altro pianeta e, se ti chiama, non puoi non pensarci su. Lautaro ha fatto vedere qualità importanti in maglia nerazzurra, è un talento capace di fare già ora la differenza in qualsiasi squadra e il suo acquisto sarebbe quindi utile già quest'estate ai blaugrana".