Le pagelle dell'Hellas Verona - Che sprint Lazovic. Ma l'attacco non punge

Risultato finale: Napoli-Hellas Verona 2-0
19.10.2019 23:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Le pagelle dell'Hellas Verona - Che sprint Lazovic. Ma l'attacco non punge

Silvestri 6 - Subisce due gol, ma non ha colpe. Quando può intervenire lo fa sempre con sicurezza.

Rrahmani 5.5 - Impeccabile fino al gol che chiude i giochi: sul 2-0 si fa anticipare da Milik.

Kumbulla 6 - Così giovane eppure già così portato per gare probanti come quella di oggi: test San Paolo superato, nonostante la sconfitta.

Gunter 5.5 - Sul gol che sblocca il match si muove con un attimo di ritardo e perde la marcatura di Milik, che lo anticipa e batte Silvestri.

Faraoni 6 - Rispetto a Lazovic spinge meno. In fase difensiva non commette errori evidenti, ma il gol che sblocca la partita nasce dalla sua corsia.

Amrabat 6 - Davanti alla difesa dà un importante contributo anche nella marcatura di Lorenzo Insigne. Dall'80esimo Tutino s.v.

Miguel Veloso 6.5 - La mente di questo Verona anche oggi ha disputato una gara sopra la media. Non ha brillato come in altre occasioni in questo avvio, ma tutte le giocate offensive della squadra di Juric anche al San Paolo sono transitate dai suoi piedi.

Lazovic 6.5 - Una vera spina nel fianco per Malcuit, ma anche per Manolas. Spinge sempre coi tempi giusti e, specialmente nel primo tempo, viene fuori sempre con pericolosità.

Pessina 6 - La mossa a sorpresa di Juric produce risultati soprattutto in avvio di partita. Poi cala alla distanza ma l'allenatore lo lascia in partita fino alla fine.

Zaccagni 5.5 - Tanto movimento tra le linee, prova a dettare le linee di passaggio, ma a differenza dei suoi compagni di reparto non fa male e non a caso, quando Juric vuole aumentare il peso offensivo della sua squadra, è il primo che richiama in panchina. Dal 52esimo Salcedo 6 - Prova a svariare molto su tutto il fronte offensivo: buona generosità.

Stepinski 6 - Una sola occasione a disposizione respinta da Meret. Più punto di riferimento offensivo per i suoi compagni che pericolo per il portiere del Napoli. Dal 60esimo Di Carmine 6 - Non cambia la musica col suo ingresso in campo.