Mertens: se non ora, quando?

Frenata extra-calcistica opportunità per chi crede ancora di poter avere Mertens a costo zero.
02.04.2020 19:47 di Arturo Minervini Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Garofalo/Image Sport
Mertens: se non ora, quando?

(di Arturo Minervini) - Tutto bloccato, vero. Il mondo si è fermato ed il calcio non poteva fare altrimenti, seppur intestardito cocciutamente a coltivare l’idea di tornare in campo il prima possibile. In attesa di buone notizie, proseguono le chiacchierate informali di calciomercato, semi annaffiati di idee che oggi non possono essere definiti come trattative perché i tempi non sono ancora maturi.

C’era un discorso, però, che prima del caos era stato portato avanti ad un tal punto che sembrava ormai prossima a diventare concretezza, inchiostro caldo che sigilla una volontà comune di dirsi ‘per sempre’. Il pranzo all’Hotel Vesuvio del 1 marzo tra Aurelio De Laurentiis e Dries Mertens sembrava aver sistemato una questione che da tempo aveva tenuto banco tra i pensieri dei tifosi azzurri: il rinnovo del contratto del belga in scadenza a giugno del 2020. 

Quello che sembrava un traguardo raggiunto, con le mani alzate dopo una lunga maratona, si è invece rivelata una semplice tappa di un percorso che deve ancora sottostare all’imponderabile effetto del tempo. Già, perché tutto quello che è seguito successivamente ha inevitabilmente frenato una trattativa che di fatto era chiusa.

Frenata extra-calcistica opportunità per chi crede ancora di poter avere Dries a costo zero. Il calcio bloccato ha dato modo alle vecchie pretendenti di fare nuove valutazioni, ingolosirsi dinanzi ad un boccone che fa venire l’acquolina in bocca rapportando costo e valore del calciatore. In Italia l’Inter è la squadra che ci aveva creduto di più e che, probabilmente, ancora ci crede anche in virtù su un esperimento Alexis Sanchez destinato a fallire dopo pochi mesi.

Perché, dunque, non lanciare un segnale? Di continuità, di speranza, una notizia che regalerebbero una piccola parentesi di serenità in questi giorni così difficili. Il rinnovo di Mertens andrebbe portato a termine in questi giorni, per iniziare a pensare al dopo che sarà dopo questa grande paura che ancora inquina le nostre ore. Se non ora, quando? Napoli attende un lieto fine che era stato già annunciato…