Fontana: “Fabian e Zielinski schierati sulla trequarti soffrono in un aspetto"

Nel corso di 'Il Sogno Nel Cuore', trasmissione in onda su Radio Crc è intervenuto il tecnico Gaetano Fontana, ex centrocampista del Napoli. 
16.09.2020 18:10 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Fontana: “Fabian e Zielinski schierati sulla trequarti soffrono in un aspetto"

Nel corso di 'Il Sogno Nel Cuore', trasmissione in onda su Radio Crc è intervenuto il tecnico Gaetano Fontana, ex centrocampista del Napoli. 

Su Politano: "E' stato un acquisto molto utile per il Napoli. Può giocare sia nel 4-2-3-1 sia nel 4-3-3. Ovviamente bisognerà capire come si adatterà ai compiti difensivi che cambieranno in base al sistema di gioco scelto. Politano è un calciatore interessante. Vediamo come reagisce dopo la parentesi all’Inter e dopo aver sfiorato un mercato importante”.

Sulla possibile variante al 4-3-3:Nel 4-2-3-1 Fabian e Zielinski verrebbero schierati sulla trequarti. Però, vedo che quando si avvicinano all’area di rigore degli avversari, iniziano a soffrire le marcature strette. Mi piacciono di più quando fungono da raccordo tra centrocampo e attacco”.

Su Demme e Lobotka: “Demme e Lobotka sono due centrocampisti molto validi. Entrambi possono essere schierati nel ruolo di regista con la possibilità di fare cose straordinarie. Lobotka ha iniziato la carriera in un altro ruolo. Però anche Pirlo e Verratti, negli anni, hanno arretrato il loro raggio d’azione. D’altra parte nel calcio moderno c’è poco spazio per i trequartisti. Le gare richiedono un dispendio fisico di una certa entità, ecco perché adesso gli allenatori prediligono giocatori con altre caratteristiche. Anche Lobotka ha la possibilità di rendersi protagonista di una carriera importante”.

Non conta solo l'aspetto tattico. “Nel calcio di oggi l’aspetto mentale è fondamentale. Chi gioca a Napoli, ad esempio, è sottoposto a carichi di stress non indifferenti. Un atleta deve poter contare su tutti gli strumenti a disposizione per affrontare gli impegni nel migliore dei modi. Il discorso vale anche dal punto di vista emozionale”.