"Sciacallo, lavaci col fuoco", Salvini contestato a Mondragone con cori, fischi e striscioni

Giornata di forti contestazioni a Mondragone, dove in questi minuti è arrivato il leader della Lega Matteo Salvini.
29.06.2020 20:13 di Gennaro Di Finizio Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
"Sciacallo, lavaci col fuoco", Salvini contestato a Mondragone con cori, fischi e striscioni

Giornata di forti contestazioni a Mondragone, dove in questi minuti è arrivato il leader della Lega Matteo Salvini. Un gruppo di manifestanti si è recato nei pressi della mini zona rossa istituita dalla Regione, a ridosso dei palazzi ex Cirio, dove proprio Salvini ha dato appuntamento ad alcuni dei suoi sostenitori. Situazione da subito tesa, con la Polizia che ha dovuto tenere a bada i manifestanti, che si sono poi scatenati all'arrivo di Salvini con cori contro l'ex Ministro: "Sciacallo lavaci col fuoco!", "Mondagrone non si lega!", sono solo alcuni degli slogan intonati. I manifestanti, tra i quali anche alcuni esponenti dei centri sociali napoletani, sono stati poi allontanati da Polizia e Carabinieri in assetto anti sommossa.