Juventus costretta a tagliare gli ingaggi: si trattano i rinnovi, ma solo al ribasso

Non c'è solo il caso Paulo Dybala in casa Juventus. Come sottolinea spesso Arrivabene, quello con la Joya non è l'unico fronte caldo
21.01.2022 15:50 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    vedi letture
Juventus costretta a tagliare gli ingaggi: si trattano i rinnovi, ma solo al ribasso
TuttoNapoli.net
© foto di www.imagephotoagency.it

Non c'è solo il caso Paulo Dybala in casa Juventus. Come sottolinea spesso Arrivabene, quello con la Joya non è l'unico fronte caldo per ciò che riguarda i rinnovi di contratto, anzi. La volontà del club bianconero, spiega Tuttosport, è quella di contenere i costi visto il perdurare della crisi finanziaria pur mantenendo alta la competitività della squadra. L'eventuale abbattimento del monte ingaggi, poi, avrebbe anche risvolti "di mercato", visto che una strada del genere farebbe spazio per futuri nuovi acquisti. Qual è dunque l'obiettivo della Juventus? Contenere il costo relativo agli stipendi del 15% entro la fine del prossimo mercato estivo, per il quotidiano.

Cessioni e tagli sui rinnovi
Le strade da percorrere sono quelle delle cessioni degli esuberi, leggi Aaron Ramsey ed il suo pesantissimo ingaggio. Ma pure quella della sforbiciata sui contratti da rinnovare. Partendo dai giocatori in scadenza. E così, avendo come target il taglio del 15% dei costi, idealmente lo stipendio lordo di Dybala dovrebbe passare da 13,5 milioni l'anno a 11,4. Cuadrado da 9,2 a 7,8. Bernardeschi da 7,4 a 6,2. De Sciglio da 5,5 a 4,6. Perin da 4,2 a 3,5 e Pinsoglio da 0,5 a 0,4. Per un risparmio totale che di oltre 6 milioni di euro al lordo, passando da 40,3 a 34,2.