Auriemma sugli insulti di Cruciani: "Quello che scrive sui napoletani vale meno di zero. Lui non c'entra nulla col calcio..."

Ai microfoni di Radio Crc il giornalista ha cercato di smorzare i toni della polemica.
 di Fabrizio Carbone Twitter:   articolo letto 39750 volte
Auriemma sugli insulti di Cruciani: "Quello che scrive sui napoletani vale meno di zero. Lui non c'entra nulla col calcio..."

Nel corso di "Si Gonfia La Rete" il giornalista Raffaele Auriemma ha replica con ironia e garbo agli insulti di Giuseppe Cruciani verso di lui ed i napoletani (clicca qui): "Mi scrivete di Cruciani, ma io ne ho parlato col sorriso. Il buon Peppino Cruciani con il calcio non c'entra nulla non essendo un presidente, un dirigente o un giornalista sportivo. E' tifoso della Lazio così come dichiaratamente è un simpatizzante della Juventus. Non ho intenzione di far polemica, i miei genitori mi hanno dotato di educazione, quindi ironizzo e non offendo mai. Non ho detto che Cruciani vale meno di zero ma che quelle cose scritte sui napoletani valgono meno di zero. D'altra parte sono una serie di volgarità. Se qualcuno parla di piagnisteo rido, non mi offendo, perché difendiamo le nostre razioni.  Non rispondo alle volgarità con altre volgarità, se ho qualcosa da dire glielo dico in faccia non attraverso la radio. Mi sono divertito a sentirlo, sembrava un programma comico".