Spalletti a Sky: "Il Napoli ci pressava forte, ci siamo allungati e loro si sono dimostrati più forti a campo aperto"

Le parole di Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, ai microfoni di Sky Sport nel post partita dal San Paolo
19.05.2019 22:58 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Spalletti a Sky: "Il Napoli ci pressava forte, ci siamo allungati e loro si sono dimostrati più forti a campo aperto"

Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, ha commentato la sconfitta rimediata al San Paolo contro il Napoli di Ancelotti di fronte alle telecamere di Sky Sport: "Abbiamo iniziato bene questa partita, poi abbiamo commesso quegli errori tecnici sulla costruzione bassa dove ci è venuto questo gol, non abbiamo trovato l'uomo su trequarti dietro le loro pressioni, venivano a pressarci in maniera abbastanza forte. Abbiamo fatto peggio di altre volte, a Napoli ci sta di perdere, non in questa maniera ma ci sta di perdere. La prossima partita sarà una finale". 

Cosa non ha funzionato in questo finale di campionato? "Abbiamo fatto delle buone partite, abbiamo fatto diversi pareggi ma sotto l'aspetto delle prestazioni le abbiamo fatte. Nel secondo tempo il Napoli ha tenuto più palleggio e ci ha fatto correre di più".

Com'è lo stato d'animo tuo e della squadra? "Diventa abbastanza facile capirlo, ti metti nei miei panni e pensi cosa c'è da passare per tutta la settimana. Ci sono già stato in queste situazioni qui, dobbiamo mantenere la lucidità di quelli che sanno valutare le cose. La squadra ha fatto una brutta partita oggi ma ha in mano il proprio destino, i ragazzi alla fine erano dispiaciuti. Se non vinci questa partita qui, poi bisogna vincere l'ultima, i risultati delle altre squadre ti dicono questo, l'Empoli verrà a giocarsela. Chiaro che quando fai una prestazione del genere da più parti trova mancanze nel lavoro fatto".

Mancata personalità in certi momenti? "Oggi non siamo stati fortunati, c'è stato un errore che ci è costato il gol. Non abbiamo fatto benissimo, abbiamo sbagliato qualche pallone di troppo sulle pressioni forti del Napoli. Nel secondo tempo abbiamo fatto bene all'inizio, poi quando ci siamo allungati loro si sono dimostrati più forti di noi. Ora serve la tranquillità delle valutazioni corrette".