Ag. Orsolini svela: "Il Napoli cercò di prenderlo, ma la piazza è poco tranquilla..."

Donato Di Campli, agente dell'attaccante rossoblù, è intervenuto per trattare queste tematiche ai microfoni di Radio Marte.
24.05.2019 03:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Ag. Orsolini svela: "Il Napoli cercò di prenderlo, ma la piazza è poco tranquilla..."

Sabato prossimo il Napoli si ritroverà di fronte al Bologna e a Riccardo Orsolini, vero protagonista di quest'ultimo scorcio di stagione, decisivo nella corsa alla salvezza, ottenuta ormai aritmeticamente dai felsinei. Donato Di Campli, agente dell'attaccante rossoblù, è intervenuto per trattare queste tematiche ai microfoni di Radio Marte: “Bologna-Napoli sarà una kermesse, giocheranno anche quelli che hanno avuto poco minutaggio. Orsolini? Era già sveglio ma gli altri invece dormivano…Questo ragazzo è un predestinato, non lo dico da oggi ma da almeno due anni, anche il Napoli cercò di prenderlo. In Italia vede la porta come pochi e non è un centravanti. Ha segnato e fatto tanti assist. In questo momento c’è una situazione di riscatto del Bologna e controriscatto della Juventus ma adesso non ho informazioni a riguardo. Secondo noi non deve fare da merce di scambio, il ragazzo vive di luce propria, quindi la Juventus è avvisata, non facciamo scambi per altre cose. Se lo compra la Juve deve giocare lì, abbiamo già manifestato più volte anche l’intenzione di restare a Bologna a determinate condizioni, hanno creduto in lui quando qualcuno non lo faceva nemmeno allenare.

Mihajlovic alla Juventus? Non lo so e non voglio saperlo, il mio pensiero è per Riccardo e per la sua famiglia, altre parole sono superflue. Confermo che il Napoli era interessato e sono grato a Giuntoli ma ci sono scelte che vanno oltre, quando ci si lega al Napoli è come se si entrasse in un posto dove non si esce più. Nulla contro città e tifosi ma la gestione dei calciatori è difficile. Ci sono società in cui puoi lavorare tranquillamente ma in altre non ci sono situazioni naturali”.