Dettagli importanti: se non la butti dentro non vinci. Ancelotti deve lavorare anche sulla testa di alcuni calciatori. Meritavi di vincerla ma...

17.02.2019 22:54 di Francesco Molaro Twitter:   articolo letto 11555 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport
Dettagli importanti: se non la butti dentro non vinci. Ancelotti deve lavorare anche sulla testa di alcuni calciatori. Meritavi di vincerla ma...

Napoli a due facce, bello nel primo tempo, nervoso e poco lucido nella ripresa. Sembrava una partita facile e invece diventa difficile. Troppo difficile per sbloccarla.  Avvolgendo il nastro: E’ mancato solo il gol. Il Napoli crea, spinge, ci prova, subisce anche dopo qualche errore di ripartenza ma non segna. Il vantaggio sarebbe meritatissimo e gli azzurri ci vanno vicinissimo. Almeno tre le occasioni nitide con Milik servito da Insigne e Zielinski che fanno il bello e cattivo tempo a sinistra. Anche il capitano ci prova ma non riesce a scardinare il muro eretto da Mazzarri. Il Toro si vede anche in attacco ma Malcuit e  Koulibaly chiudono tutto. Il Napoli gioca molto sulla sinistra e Callejon si sposta anche verso il centro ma non si riesce a trovare la palla buona per battere Sirigu. La ripresa è brutta, troppo per essere vera. Il Napoli ci prova anche ma con meno mordente, con troppa sufficienza e il Torino ne approfitta. Fabbri arbitra male ma noi non troviamo mai la giocata. Solo il tiro a giro di Insigne che finisce sul palo fa gridare al gol poi troppa confusione troppi errori troppa frenesia. Il Torino chiude e potrebbe far anche male. Belotti  non punge fortunatamente e la squadra di Mazzarri pensa solo a difendersi e il punto alla fine è guadagnato. Ancelotti ci prova a cambiare le carte in tavola ma succede troppo poco. Mertens ci prova Verdi no, anche se l’ex Bologna dialoga troppo poco con i compagni, con Insigne maggiormente, ma speriamo di sbagliarci. Il finale è bruttissimo con il Toro che rischia di vincerla. Ora Ancelotti deve lavorare sulla testa della squadra che sembra una po’ imballata psicologicamente. Ancelotti deve far reagire qualche elemento di questa squadra che non sta vivendo un momento felice.