Ancelotti replica a Salvini: "A San Siro niente goliardia, c'era poco da ridere. Mai chiesta sospensione, ma interruzione come da protocollo"

Nel corso della conferenza stampa odierna, Carlo Ancelotti è stato interrogato anche sul tema razzismo e sulle reazioni dopo la gara di San Siro.
12.01.2019 14:00 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Ancelotti replica a Salvini: "A San Siro niente goliardia, c'era poco da ridere. Mai chiesta sospensione, ma interruzione come da protocollo"

Nel corso della conferenza stampa odierna, Carlo Ancelotti è stato interrogato anche sul tema razzismo e sulle reazioni dopo la gara di San Siro.

Sul razzismo, lei ha avuto il merito di rilanciare la questione. Il dibattito è ampio, ha creato anche spaccatura e qualcuno ha parlato di goliardia (riferimento al ministro Salvini, ndr). "Sembra un nostro problema, ma in realtà non è del Napoli, ma del calcio italiano. Il Napoli ha vissuto questo momento a San Siro che non è stato goliardico, quella sera c'è stato ben poco da ridere! Da lì s'è aperto un dibattito, tante contrapposizioni, noi non abbiamo alcuna pretesa ma c'è un regolamento ed un protocollo che non è stato rispettato con l'Inter e vogliamo che sia rispettato, come da altri organi (Uefa-FIFA, ndr). Noi non abbiamo mai parlato di sospensione, ma di interrompere temporaneamente come da protocollo. Sembra un problema del Napoli, ma è un problema sociale e culturale".

Napoli lasciato solo in questa battaglia razzismo? "No, c'è stata una sollevazione popolare. Il problema è saltato fuori, poi ognuno la pensa in un modo. Non è un problema solo nostro, ma ci sentiamo coinvolti in questa campagna per migliorare la nostra Italia".

QUI LA CONFERENZA INTEGRALE