Rivoluzione Fiorentina, pochi certi di restare: il punto sulla prima avversaria degli azzurri

La Fiorentina è ancora un cantiere a cielo aperto.
06.08.2019 18:10 di Redazione Tutto Napoli.net  Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tmw
Rivoluzione Fiorentina, pochi certi di restare: il punto sulla prima avversaria degli azzurri

La Fiorentina è ancora un cantiere a cielo aperto. Il ds Pradé, in coppia con Joe Barone, in questa prima fase di mercato ha portato avanti le questioni legate alle uscite (Laurini, Lafont, Saponara, Veretout, Vitor Hugo), dando un'accelerata al fronte acquisti solo negli ultimi giorni. Ma come detto i lavori in casa Fiorentina sono ancora in pieno svolgimento e tanti volti dell'attuale rosa di Vincenzo Montella sono destinati a cambiare. Partendo da un presupposto chiaro ed emerso proprio dalle parole del direttore sportivo: "Ci saranno solo due-tre titolari dell'anno scorso in campo".

Le certezze gigliate - Salvo colpi di scena ad oggi non attesi, la prima e più certa conferma è ovviamente quella legata a Federico Chiesa. L'interesse di Juventus e Inter è il segreto di Pulcinella, ma Rocco Commisso è stato chiarissimo: "Chiesa non sarà il mio Baggio". E lo stesso Barone, ieri, ha cercato di mettere una ulteriore pietra sopra la vicenda. Chiesa al centro del progetto viola dunque, con buona pace delle pretendenti. Con lui appare sempre più vicino alla permanenza anche Nikola Milenkovic: l'Atletico Madrid si è defilato dopo i sondaggi della scorsa primavera. Il profilo del serbo piace a tanti, in Italia e all'estero, ma ad oggi la Fiorentina intende puntare su di lui su precisa indicazione di Vincenzo Montella (che intende utilizzarlo come centrale).

I punti interrogativi - Il principale punto interrogativo riguarda German Pezzella. L'argentino non pare aver trovato con Montella la stessa alchimia che esisteva ai tempi di Pioli ed il suo profilo piace a parecchie squadre, Milan e Roma in primis. La Fiorentina però parte da una valutazione di 20 milioni di euro e difficilmente scenderà al di sotto di questa richiesta. Cristiano Biraghi piace all'allenatore e pare adatto per le idee di gioco, ma anche in questo caso molto dipenderà dalle offerte. Con l'Inter alla finestra dopo i sondaggi dei giorni scorsi. Il mese scorso Marco Benassi era finito nel mirino del Genoa, operazione poi sfumata per i costi. Ma non è da escludere che in queste ultime settimane di mercato si possa riaprire qualche altra trattativa. Quindi Federico Ceccherini: alla parte americana della dirigenza il centrale livornese piace, come confermato da Barone durante la tournée negli States. Ma il Brescia è in pressing da tempo e non è da escludere che la questione possa tornare calda nell'ambito dell'operazione Tonali.

I giocatori in uscita - Il primo, o meglio il più importante del gruppo è certamente Giovanni Simeone, su cui è forte il Cagliari. La Fiorentina vorrebbe monetizzare dalla cessione del Cholito, ma negli ultimi giorni di mercato non è da escludere un addio in prestito. Lavori in corso infine per altri 4 interpreti della rosa viola che certamente non faranno parte del nuovo corso: Bryan Dabo, Valentin Eysseric, Sebastian Cristoforo e Cyril Thereau.